13 gennaio 2011

Nba, clamoroso tonfo di Miami. Toronto ko, "Beli" si fa male

print-icon
kob

I Los Angeles Lakers hanno vinto 115-110 contro i Golden State Warriors

Nella notte Andrea Bargnani segna 26 punti ma i Raptors perdono allo scadere contro gli Atlanta Hawks incassando la 25.ma sconfitta stagionale. Bella vittoria per gli Hornets ma Belinelli si procura subito una distorsione alla caviglia destra

Commenta nel Forum della Nba

All Star Game 2011: vota per gli italiani della Nba!

Andrea Bargnani segna 26 punti ma sbaglia allo scadere e Toronto perde in casa. I Raptors cadono davanti al proprio pubblico per 104-101 contro gli Atlanta Hawks incassando la 25esima sconfitta di una stagione sempre più complicata (13-25). Bargnani, titolare per 39'32", chiude con 12/22 al tiro (1/4 da 3 punti), 3 rimbalzi e 4 assist. Il lungo romano ha nelle mani il pallone per mandare la sfida ai supplementari ma, ad 1" dal termine, fallisce la tripla del potenziale pareggio.

I Raptors, che trovano in panchina i 26 punti di Leandro Barbosa, tirano solo 12 liberi segnandone 9. Atlanta, invece, va in lunetta ben 31 volte (25/31): in una gara equilibrata, la differenza è fondamentale. Gli Hawks (26-14) fanno il colpo in Canada grazie alla coppia formata da Jamal Crawford (36 punti) e da Joe Johnson (26 punti). Bargnani, di fatto, è l'unico italiano a giocare nella notte Nba. Marco Belinelli, infatti, resta in campo solo un minuto nel match che i New Orleans Hornets (23-16) vincono al supplementare 92-89 contro i lanciati Orlando Magic (25-13). Belinelli si procura subito una distorsione alla caviglia destra e deve gettare la spugna. Gli Hornets rimpiazzano l'azzurro con Marcus Thornton, che estrae 22 punti dal suo cilindro. Chris Paul (12 punti e 13 assist) e Emeka Okafor (18 punti e 14 rimbalzi) sono una garanzia, Trevor Ariza (16 punti) e David West (13 punti e 10 rimbalzi) non steccano. I Magic, reduci da 9 successi di fila, vanno al tappeto nonostante il mostruoso tabellino di Dwight Howard (29 punti e 20 rimbalzi).

Si ferma anche la striscia di Miami. Gli Heat (30-10) cercano invano la 13esima vittoria consecutiva on the road e la decima generale ma cadono per 115-105 sul campo dei Los Angeles Clippers (13-24) trascinati da Blake Griffin (24 punti e 11 rimbalzi). Le prestazioni dei big three non evitano il passo falso: Dwyane Wade fa 31 punti, LeBron James 27 e Chris Bosh 26 con 13 rimbalzi. Il k.o. di Miami restituisce il primato nella Eastern Conference ai Boston Celtics (29-9) che senza troppi problemi stendono 119-95 i Sacramento Kings (8-28). I vicecampioni Nba mandano in doppia cifra ben 8 giocatori, con Paul Pierce (25 punti) top scorer. Nella corsa ad Est, inciampano i New York Knicks (22-16). La formazione della Grande Mela, ancora priva dell'infortunato Danilo Gallinari, viene battuta 131-125 in casa degli Utah Jazz (26-13). Coach Mike D'Antoni punta tutto su 4 giocatori (25 punti di Shawne Williams, 23 di Bill Walker e Ray Felton, 22 di Amar'e Stoudamire) ma resta a mani vuote. Nella Western Conference comandano sempre i San Antonio Spurs (33-6) che espugnano il parquet dei Milwaukee Bucks (14-22) per 91-84 con Manu Ginobili (23 punti) in evidenza. In trasferta vanno a segno anche i Los Angeles Lakers (29-11). I gialloviola hanno la meglio 115-110 sui Golden State Warriors con lo show di Kobe Bryant (39 punti, 17 negli ultimi 5'49"), assistito degnamente da Pau Gasol (24 punti e 11 rimbalzi) e Lamar Odom (20 punti).

Risultati del campionato Nba:
Indiana Pacers-Dallas Mavericks 102-89
Toronto Raptors-Atlanta Hawks 101-104
Charlotte Bobcats-Chicago Bulls 96-91
Boston Celtics-Sacramento Kings 119-95
Detroit Pistons-Memphis Grizzlies 99-107
New Orleans Hornets-Orlando Magic 102-99 (overtime)
Milwaukee Bucks-San Antonio Spurs 84-91
Houston Rockets-Oklahoma City Thunder 112-118
Phoenix Suns-New Jersey Nets 118-109 (overtime)
Utah Jazz-New York Knicks 131-125
Golden State Warriors-Los Angeles Lakers 110-115
Los Angeles Clippers-Miami Heat 111-105

Tutti i siti Sky