31 gennaio 2011

Nba, il Gallo trascina i Knicks. Tonfo Lakers contro Boston

print-icon
lak

Secondo ko consecutivo per i Lakers di Kobe

La formazione di New York ha superato al Madison Square Garden i Detroit Pistons per 124-106 riscattando la sconfitta di sabato. Belinelli ko coi suoi Hornets, Los Angeles cade 109-96: seconda batosta consecutiva. LE FOTO DEI QUINTETTI DELL'ALL STAR GAME

Commenta nel Forum della Nba

Convincente successo per i Knicks. La formazione di New York ha superato al Madison Square Garden i Detroit Pistons per 124-106 riscattando la sconfitta di sabato contro gli Hawks. Danilo Gallinari ha messo a referto 29 punti, oltre a un assist e un 4/7 dai tre punti. Meglio del Gallo ha fatto Soudemire con 33 punti e 4 assist. In doppia cifra anche Douglas (23), Felton (12) e Fields (10). Ai Pistons non bastano i 35 punti di Gordon, miglior realizzatore del match.

Sconfitti invece i New Orleans Hornets sul campo dei Phoenix Suns per 104 a 102. Solo 2 punti per Marco Belinelli in 13'35". Ventisei, invece, i punti messi a segno da Paul. La domenica Nba non regala proprio soddisfazioni a Belinelli. I suoi New Orleans Saints (31-18) incassano infatti la seconda sconfitta consecutiva. La guardia bolognese parte in quintetto come al solito, ma gioca solo 13'35" nei quali segna 2 punti (1/4 dal campo e 0/2  dall'arco) e raccoglie 1 rimbalzo.

Si divertono poco, allo Staples Center, i tifosi  dei Los Angeles Lakers. I Boston Celtics si aggiudicano infatti per 109-96 il remake californiano della finale 2010. I vicecampioni Nba, che hanno  un record di 36-11, prendono il largo con il 16-2 piazzato in 4 minuti di fuoco del quarto periodo. Paul Pierce (32 punti), Ray Allen (21  punti), Kevin Garnett (18 punti e 13 rimbalzo) e Rajon Rondo (10 punti e 16 assist) sono una garanzia assoluta per coach Doc Rivers. Dall'altra parte, invece, c'è solo Kobe Bryant. I 41 punti del numero 24 non evitano il secondo ko consecutivo dei detentori del titolo.

I Lakers (33-15) si aggrappano alla superstar che nella seconda metà del quarto periodo gioca praticamente da sola. Bryant (16/29 al  tiro e 3/5 da 3 punti) sfida ripetutamente la difesa dei Celtics: si toglie lo sfizio di superare quota 27.000 punti in carriera (27.013 per la precisione) ma non ferma i biancoverdi. Gli servirebbe la  collaborazione di Pau Gasol (12 punti con 5/13 al tiro) e Lamar Odom  (15 punti), che però non vivono una serata memorabile. Da  dimenticare, invece, quella di Ron Artest (3 punti con 1/10 dal  campo).

I risultati delle partite della regular season Nba:

Oklahoma City Thunder-Miami Heat 103-108; Los Angeles Lakers-Boston Celtics 96-109; Orlando Magic-Cleveland Cavaliers 103-87; Philadelphia 76ers-Denver Nuggets 110-99; New York Knicks-Detroit Pistons 124-106; Phoenix Suns-New Orleans Hornets 104-102; Golden State Warriors-Utah Jazz 96-81.

Tutti i siti Sky