10 febbraio 2011

Nba, "the italian flop": tutti sconfitti gli azzurri

print-icon
bar

Andrea Bargnani sconfitto con i Raptors dagli Spurs: 111-100 a Toronto

Quindicesimo ko nelle ultime 16 gare per i Rap di Bargnani: impossibile fermare gli Spurs di un super Blair. Solo 2 punti di Belinelli nella sfida Hornets-Nets, mentre il Gallo ne fa 21 e non riesce ad evitare la scivolone dei Knicks contro i Clippers

Nottatataccia per gli italiani che giocano nella Nba: tutti sconfitti. Contro i Toronto Raptors di Andrea Bargnani è arrivato il 44° successo dei San Antonio Spurs - 111 a 110 - formazione che guida incontrastata la Western Conference: sono 80 le partite della stagione regoalre e di queste i texani finora ne hanno messo in cassaforte più del 50%. Dejuan Blair il mattatore di questo incontro 28 punti, 16 solo nel quarto quarto; 16 come i punti realizzati da Toronto proprio nel corso dell'ultima frazione. Davvero troppo poco per sperare nella rimonta. Blair ha anche strappato 11 rimbalzi. Tra gli Spurs, inoltre, si registrano cinque giocatori in doppia cifre. Bargnani è stato protagonista i con 29 punti, ma tutto questo non ha evitato ai Rap la 15a sconfitta negli ultimi 16 incontri.

Cadono anche i New York Knicks in casa e contro i non irresistibili Los Angeles Clippers: 116 a 108. Randy Foye è stato decisivo per la vittoria della squadra allenata da Vinny Del Negro con 24 punti e un quarto quarto giocato a cento all'ora; a New York non è stata sufficiente l'ennesima buona prova di Gallinari, 21 a referto in 40' e 47'' giocati, in coppia con un altrettanto straordinario Stoudemire (23 pt).

Male anche New Orleans e male soprattutto Belinelli, che contro i Nets non va oltre i 2 punti in 23' e 25'' giocati dall'ex Bologna. New Jersey archiva sul 103 a 101 il match dopo un tempo supplementare. Overtime nel corso del quale Chris Paul, stella degli Hornets, ha avuto tra le mani il pallone per cambiare il destino dell'incontro. Ma gli è andata male in una serata dove tutto è girato storto e ha realizzato solo 9 punti. E' andata benissimo invece a Sasha vuiacic, ex Udine e Lakers. "The machine", così soprannominato per l'impressionante sequenza di tiri da tre che riesce a centrare in allenamento, ha trascinato i Nets con 25 pt ha trascinato al successo New Jersey.

TUTTI I RISULTATI
Detroit-Cleveland 103-94
Charlotte-Indiana 103-104
New Orleans-New Jersey 101-103
Orlando-Philadelphia 99-95
San Antonio-Toronto 111-110
Milwaukee-Washington 85-100
LA Clippers-New York 116-108
Chicago-Utah 91-86
Dallas-Sacramento 102-100
Denver-Golden States 114-116

Commenta nel Forum della Nba


Guarda anche:
Nuove emozioni Nba con l'Adrenalyn album 2010-11

Tutti i siti Sky