28 marzo 2011

Nba, gli Hornets di Belinelli si inchinano a Kobe Bryant

print-icon
bel

Per Belinelli solo 9 punti e un modesto 4/16 al tiro (Getty)

La star dei Los Angeles Lakers firma 30 punti nel successo casalingo dei gialloviola che superano la formazione della Lousiana per 102-84. L'italiano, titolare per 24'46", chiude con 9 punti con un modesto 4/16 al tiro

Sfoglia l'Album della Nba

Marco Belinelli e i New Orleans Hornets si inchinano davanti a Kobe Bryant. La star dei Los  Angeles Lakers firma 30 punti nel successo casalingo dei gialloviola che superano la formazione della Lousiana per 102-84. I campioni Nba, avanti già 30-19 dopo il primo periodo, centrano la 15esima vittoria nelle ultime 16 partite grazie anche ai 23 punti e 16 rimbalzi di Pau Gasol.

Con un record di 53-20, i Lakers inseguono il primo posto nella  Western Conference occupato dai San Antonio Spurs (57-16), battuti  111-104 a Memphis. I playoff sono sempre nel mirino degli Hornets (43-32) che allo Staples Center finiscono al tappeto nonostante le  doppie doppie di Carl Landry (24 punti e 10 rimbalzi) e Emeka Okafor (14 punti e 11 rimbalzi). Belinelli, titolare per 24'46", chiude con 9 punti con un modesto 4/16 al tiro (solo 1/7 da 3 punti). Tabellini record, invece, nel 125-119 con cui Miami (51-22) piegano gli Houston  Rockets (38-35). I 'big three' degli Heat confezionano nel complesso 94 punti, 33 rimbalzi e 15 assist. Nel dettaglio, LeBron James contribuisce con 33 punti, 10 rimbalzi e 7 assist.

Crish Bosh mette a referto 31 punti e 12 rimbalzi, mentre Dwyane Wade fa la sua parte con 30 punti e 11 rimbalzi. Per ritrovare 3  compagni di squadra con un bottino superiore ai 30 punti in una gara  senza overtime, bisogna ritornare addirittura al febbraio 1961. I Cincinnati Royals realizzarono l'impresa con Oscar Robertson, Jack Twyman e Wayne Embry nel match perso contro i Philadelphia Warriors.

Commenta nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky