30 marzo 2011

Nba, vendetta Cavs: battuto il traditore LeBron

print-icon
leb

La delusione di LeBron James all'uscita dal campo di Cleveland (Getty)

Cleveland conquista la 15.a vittoria stagionale sconfiggendo a domicilio i Miami Heat di James, cui il pubblico non ha ancora perdonato la fuga della scorsa estate. Importanti successi in chiave playoff anche per Houston e Oklahoma

Sfoglia l'Album della Nba

Il cuore più della tecnica. Con questa ricetta Cleveland ha battuto la corazzata Miami, centrando la 15.a vittoria stagionale, a fronte di ben 58 sconfitte. Il carattere dei Cavs è servito per impartire una dura lezione al grande ex, LeBron James, ancora tartassato dai fischi del pubblico della città dell'Ohio. Il 'Prescelto', che in estate aveva preferito traslocare in Florida alla ricerca del sognato anello, ha giocato alla grande, chiudendo con una tripla doppia da 27 punti, 10 rimbalzi e 12 assist. Ma le sue cifre non sono bastate per arginare la furia dei Cavs, trascinati dai 21 punti e 12 rimbalzi di Hickson e dai 20 punti di Parker.

Houston resta in corsa per un posto nei playoff ad Ovest grazie al netto successo esterno sul campo dei Nets (112-87) grazie ai 20 punti di Martin. Il solito Kevin Durant (39 punti, di cui otto nel supplementare) trascina Oklahoma alla vittoria 115-114 contro Golden State, a cui non sono bastati i 35 punti di Ellis. Finisce probabilmente a Sacramento la rincorsa per un posto nella post-season dei Suns: Phoenix, nonostante i 21 punti a testa della coppia Frye e Dudley, ha perso 116-113, incassando la 37.a sconfitta della stagione.

Commenta nel Forum della Nba

Guarda anche:
LeBron, una pagina di giornale per ringraziare i tifosi

Tutti i siti Sky