02 aprile 2011

Nba: Gallo impreciso, ma Denver vede i playoff

print-icon
dan

Danilo Gallinari a canestro nel match contro Sacramento (Getty)

Nonostante la serata storta al tiro dell'ala lodigiana, che chiude con 9 punti ma 4/13 dal campo, i Nuggets battono Sacramento e si confermano la quinta forza ad Ovest. 14 punti di un buon Belinelli nel ko casalingo di New Orleans contro Memphis

Sfoglia l'Album della Nba

Danilo Gallinari segna solo 9 punti ma Denver passa per 99-90 sul campo di Sacramento e con il quinto successo consecutivo compie un altro passo verso i playoff. I  Nuggets, con un record di 46-29, sono sempre piu' padroni del quinto  posto nella Western Conference. Gallinari, in campo per 30'01" nello  starting five, non brilla per precisione (4/13 al tiro e 1/3  dall'arco) ma si fa sentire con 4 rimbalzi e 3 assist. Denver capitalizza i 17 punti di Ray Felton, che firma gli ultimi 9 del match condannando i Kings al 54.o passo falso dell'annata (21-54).

Non bastano invece i 14 punti di Marco Belinelli per evitare il k.o. casalingo dei New Orleans Hornets (43-33), battuti sul proprio campo dai Memphis Grizzlies (43-33) per 93-81. La guardia bolognese,  titolare per 28'06", chiude con 5/9 al tiro (2/5 da 3 punti), 1 rimbalzo e 1 recupero. New Orleans si complica la vita incassando un parziale di 10-0 nel primo periodo e non riesce piu' a raddrizzare la  situazione nonostante i 19 punti di Cal Landry e la regia di Chris Paul (5 punti e 12 assist). Memphis fa centro con un ottimo Zach Randolph (28 punti e 10 rimbalzi) e si avvicina ai playoff. Hornets e  Grizzlies hanno lo stesso bilancio, ma Belinelli e compagni al momento occupano la settima piazza nella classifica della Western Conference. 

A sorpresa, si e' completamente riaperta la corsa al primo posto dell'Ovest. La crisi nera di San Antonio continua: gli Spurs cedono per 119-114 agli Houston Rockets all'overtime. Gli speroni subiscono il sesto stop consecutivo e a poco servono i ricchi  tabellini delle star: 31 punti per Tony Parker, 23 a testa per Tim Duncan e Manu Ginobili. La formazione di coach Gregg Popovich ha un record di 57-19 e ora ha solo una partita e mezzo di vantaggio sui lanciatissimi Los Angeles Lakers (55-20), alla nona vittoria in  striscia con il 96-85 sul parquet di Utah.

Piu' definita, si fa per dire, la situazione ad Est. I Chicago  Bulls (55-20) dell'ispiratissimo Derrick Rose (27 punti) si impongono  101-96 a Detroit e ora hanno due gare e mezzo di vantaggio sui Miami Heat  (53-23), corsari per 111-92 in casa dei Minnesota Timberwolves con i 32 punti di Dwyane Wade e i 27 di LeBron James. I Boston Celtics  (52-23) scivolano al terzo posto dopo la sconfitta per 88-83 ad  Atlanta.

Commenta nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky