16 aprile 2011

Nba Playoff: il Prescelto a caccia dell'anello di Kobe

print-icon
jam

Nei Playoff Nba c'è grande attesa per la sfida tra Bryant e James (Getty)

Negli Stati Uniti scatta nella notte una delle post-season più equilibrate degli ultimi anni: LeBron James e gli Heat proveranno a depredare del titolo i campioni uscenti dei Lakers. Ma Bryant sarà d'accordo?

Sfoglia l'Album della Nba

Il re da spodestare e' 'black mamba'. Ma piu' che su Kobe Bryant e i suoi Los Angeles Lakers, all'apertura della fase finale del campionato Nba, gli occhi dell'America del basket sono tutti puntati su LeBron James e i suoi Miami Heat. Cominciano in questa clima negli Stati Uniti i playoff piu' attesi e incerti degli ultimi anni. Perche' se i due ultimi campionati sono stati un affare a due tra Los Angeles Lakers e Boston Celtics, da quest'anno LeBron James ha finalmente a disposizione una squadra degna dei suoi soprannomi, 'The King' ed il 'Predestinato'.

Secondo gli osservatori Usa, Miami ha tutte le carte in regola per puntare al titolo, o comunque giocarsela alla pari con Bryant, che vorrebbe eguagliare il record di Michael Jordan, vincitore con Chicago di sei anelli di campione (il n. 24 dei californiani e' a quota 5), e con i San Antonio Spurs di Tim Duncan, Tony Parker e dell'ex bolognese Manu Ginobili. Dopo la milionaria campagna acquisti dell'estate, che ha portato a Miami non solo LeBron James, ma anche Chris Bosh, andati ad aggiungersi all'altra stella Dwayne Wade (che con Miami ha gia' vinto un titolo, nel 2006, ai tempi di Pat Riley e Shaquille O'Neal), gli Heat sembrano aver trovato gli equilibri che andavano cercando. Reduci da un inizio di stagione incerto (9 vittorie e 8 sconfitte nelle prime 17 partite), nell'ultima fase della regular season hanno via via migliorato il loro assetto difensivo, riuscendo a mettere a segno un parziale di 21 vittorie in 22 partite.

Per loro il bilancio della regular season si e' chiuso cosi' con 58 vittorie e 24 sconfitte. Secondi nella classifica della Eastern Conference, dietro ai Chicago Bulls (vincitori della stagione regolare con 62 vittorie e 20 sconfitte) ma davanti ai Boston Celtics dei sempreverdi Paul Pierce, Ray Allen e Kevin Gernett (56 vittorie e 26 sconfitte). Questi ultimi cominciano i loro play off domani contro New York. Partono favoriti, anche perche' la squadra di Mike D'Antoni, dopo aver deciso di privarsi di Danilo Gallinari (ceduto a Denver ed ora ai playoff contro Oklahoma) non ha trovato in Carmelo Anthony quella star in grado di rilanciare sul campo le aspettative di un pubblico da grandi eventi come quello del Madison Square Garden.

Nell'altro girone, la Western Conference vede invece i Los Angeles Lakers naturalmente favoriti, anche se nelle ultime dieci gare non sono andati al di la' di uno score modesto (5 vittorie e 5 sconfitte). 'Magic Mamba' e' nervoso, si e' visto affibbiare 100mila dollari di multa per dichiarazioni offensive contro i gay, sente che la squadra non e' al massimo. I Lakers esordiscono domenica contro i New Orleans Hornets di Marco Belinelli. L'altro team favorito, i San Antonio Spurs, saranno invece in campo contro Memphis, per la prima volta ai playoff da quando se n'e' andato Pau Gasol. Ginobili e compagni sono quelli che ad Ovest hanno vinto di piu' (61 vittorie, 21 sconfitte). Niente play off, infine, per Andrea Bargnani: i suoi Raptors non si sono qualificati alla fase finale, chiudendo la stagione con un bilancio, molto deludente, di 22-60.

Guarda anche:
Birdman e i tatuaggi: il compagno del Gallo alza la cresta

Commenta nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky