01 giugno 2011

Finali Nba, il pronostico del Beli: "Dico Dallas alla bella"

print-icon
mar

Marco Belinelli in esclusiva a Sky.it (Foto Getty)

L'INTERVISTA ESCLUSIVA. Marco Belinelli, stella italiana di New Orleans, prova a leggere la finalissima: "Tutti dicono Heat, io vado controcorrente. Nowitzi MVP, Bosh la sorpresa per Miami". Sulla sua stagione: "Siamo usciti a testa alta". IL VIDEO

di Matteo Veronese
e Alfredo Alberico


Mister B. Marco Belinelli a Sky per commentare Gara-5 tra Miami e Chicago, vinta dal team dei Big 3 che torna quindi a giocarsi le Finals cinque anni dopo, ancora contro Dallas. Nel 2006 la serie si decise a Gara-6 in favore della squadra della Florida, per il 2011 però Beli va controcorrente: "Tutti dicono Miami, io dico Dallas. Magari proprio a Gara-6, se non nella bella".

La stagione di Marco e degli Hornets si è chiusa al primo turno dei playoff contro i Lakers di Kobe&co, ma il saldo finale può considerarsi assolutamente positivo. Merito di un gruppo in salute per lunga parte della stagione e di un ambiente, "The Hive" come chiamano la New Orleans Arena da quelle parti, finalmente vicino alla squadra della città.

"A New Orleans il primo sport è il football americano, l'Nba è un po' in secondo piano anche per via dei molti trasferimenti degli Hornets. L'eliminazione dei Saints ci ha in un certo senso aiutati, i tifosi venivano a vedere anche noi. Lì poi sono stati incredibili durante i playoff, ci hanno dato una carica da sesto uomo, tutti con la maglia dello stesso colore con la scritta Beat L.A. E per questo non smetteremo mai di ringraziarli. Io spero che la squadra resti per tanti anni a New Orleans perché la città è fantastica e merita una squadra come la nostra".

Il percorso degli Hornets, come detto, si è interrotto contro i Lakers. Un ostacolo quasi insormontabile, anche se ad un certo punto nella serie (terminata 2-4) l'impresa è sembrata possibile: "Siamo stati un po' sfortunati perché West si è infortunato proprio un mese prima dei playoff. Poi contro una squadra come i Lakers abbiamo sofferto a rimbalzo, e quello sarà un aspetto sul quale lavorare nei prossimi mesi. Io credo comunque che siamo usciti a testa alta e li abbiamo davvero fatti soffrire ed è un punto da cui ripartire per il prossimo anno".

A proposito di Lakers, si è sentito circolare il nome di Ettore Messina come assistente per il nuovo coach dei giallo viola. Può essere lui il quarto italiano in Nba o c'è un giocatore azzurro pronto al grande salto? "Messina è il migliore allenatore in Europa, perché non fare il salto? Che sia L.A. o San Antonio... Come giocatore ho sentito ottime cose su Gentile, che è molto giovane ma ha una guida come Repesa che per me è stato fondamentale".

Guarda anche:
LeBron James o Dirk Nowitzki, chi sarà il padrone della Nba?
Finali Eastern Conference - Nba, i signori dell'anello sono Miami e Dallas. In finale!
Finali Western Conference - Playoff Nba, la seconda volta di Dallas: texani in finale

Chi vincerà i Playoff Nba? Dì la tua nel Forum



Tutti i siti Sky