01 ottobre 2011

Lockout Nba, fumata nera. E Wade perde la calma

print-icon
nba

La conferenza stampa dei giocatori dopo la riunione di questa notte

Le trattative tra giocatori e proprietari per trovare l'intesa sul contratto collettivo e porre fine alla serrata sono diventate roventi: la stella dei Miami Heat ha alzato la voce con il commissioner David Stern. Le distanze restano elevate

FOTO: Lockout... e dai siti sparirono i giocatori - La stagione di Dallas - Donne sexy e tanto glamour, anche questo è Nba

Quattro ore di colloqui e  momenti di altissima tensione. Le trattative tra giocatori e proprietari per trovare l'intesa sul contratto collettivo e porre fine al lockout Nba sono diventate roventi, secondo il network Espn. Ieri, a New York, sono entrate in scena alcune superstar della National Basketball Association. In particolare Dwyane Wade, stella dei Miami Heat, ha alzato la voce rivolgendosi al commissioner David Stern. Hanno faticato a mantenere la calma anche altri dei 21 giocatori presenti.

La delegazione comprendeva, tra gli altri, LeBron James, Carmelo Anthony e Kevin Durant. Billy Hunter, direttore esecutivo  dell'associazione giocatori (NBPA), ha dovuto impegnarsi per tenere  calmi gli atleti nel laborioso pomeriggio. Dall'altra parte del tavolo, invece, c'erano 10 proprietari. I colloqui, a quanto pare, non hanno prodotto risultati significativi: players e owners sono  ancora distanti quando si parla di divisione di risorse, di salary cap, di luxury tax. Gli incontri sono comunque destinati a continuare nel weekend. Appare difficile raggiungere un'intesa nelle prossime 48 ore.

Senza una fumata bianca, presto la lega sarà costretta a cancellare anche le prime partite della regular season, che dovrebbe scattare il 1° novembre, dopo aver già annullato una settimana di pre-season e dopo aver congelato i training camp. "Le parti riconoscono che senza un accordo si arriverà, in un momento non lontano, all'eventualità di perdere partite di regular season", ha  detto Stern con toni più soft rispetto a quelli con cui, nei giorni  scorsi, avrebbe prospettato l'annullamento dell'intero campionato in  caso di fumata nera in questo fine settimana. "Siamo d'accordo sul fatto che, se si cominciano a cancellare partite, i giocatori e i proprietari perdono soldi: le posizioni in quel caso diventerebbero ancor più rigide, mi riferivo a questo quando parlavo di conseguenze enormi".

Guarda anche:
La Fiba libera i campioni Nba, potranno giocare altrove
Nba, crisi senza fine. E i giocatori scherzano con un video

Il Gallo a mollo: "Non penso al lockout, solo agli Europei"
Scioperi, contratti, salari: se la squadra diventa "operaia

LeBron James, il Predestinato. A non vincere

Draft Nba, è Kyrie Irving la prima scelta di Cleveland


Commenta attravesro il Forum quello che sta accadendo nella Nba

Tutti i siti Sky