12 ottobre 2011

Nba, il lockout preoccupa Obama: "Sono addolorato"

print-icon
spo

Barack Obama, presidente Usa, si è detto "addolorato" per il mancato inizio della stagione Nba a causa del lockout (Foto Getty)

Così il presidente degli Stati Uniti ha commentato la cancellazione delle prime due settimane di regular season nel campionato di basket: "Spero si torni in campo presto". Nessun accordo tra Lega e Assogiocatori per il rinnovo del contratto collettivo

LOCKOUT - Cosa sta succedendo nella Nba?- Lockout, trattative incessanti nel secondo weekend di ottobre - Kobe a Bologna, ipotesi reale: potete scommetterci - Rondo sbarca ad Alcatraz: un torneo dietro le sbarre - Nba, ancora fumata nera: campionato a rischio

Tutti gli appassionati del mondo sono dispiaciuti per il lockout che sta bloccando l'inizio della stagione Nba 2011-2012. Il mancato accordo tra proprietari e associazione giocatori per il rinnovo del contratto collettivo, ha costretto il commissioner David Stern a cancellare le prime due settimane di stagione regolare, che sarebbe dovuta partire il 1 novembre.

Tra i fan che dovranno attendere ancora prima del via della regular season, ce n'è uno davvero speciale, Barack Obama. "Sono addolorato per questo ritardo nell'inizio della stagione Nba. Mi auguro che il lockout finisca presto e che i ragazzi tornino in campo il prima possibile", ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, che è un grande tifoso dei Chicago Bulls ed è un appassionato della pallacanestro, che pratica anche nel tempo libero con i suoi collaboratori.

FOTO: Bryant, il principe del basket cerca casa: tre offerte per lui a Reggio Emilia - Obama, il presidente sportivo: 50 anni fra canestri e buche

Commenta la notizia nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky