20 ottobre 2011

Il lockout blocca l'Nba. Ma nasce l'idea di un tour mondiale

print-icon

Il campionato non parte per il braccio di ferro tra giocatori e proprietari sul nuovo contratto collettivo, ma le stelle del basket americano parteciperanno a un tour planetario. Tra i campioni non mancheranno Kobe Bryant e LeBron James

LOCKOUT NBA - Cosa sta succedendo nella Nba?- Lockout, trattative incessanti nel secondo weekend di ottobre - Kobe a Bologna, ipotesi reale: potete scommetterci - Rondo sbarca ad Alcatraz: un torneo dietro le sbarre - Nba, ancora fumata nera: campionato a rischio

FOTO - Lockout, cosa fanno le Cheerleaders? Su Facebook la risposta

La Nba è bloccata dal lockout, ma le stelle non stanno ferme a guardare. Il campionato non parte per il braccio di ferro tra giocatori e proprietari sul nuovo contratto collettivo, ma i fuoriclasse della National Basketball Association parteciperanno a un tour planetario e giocheranno 6 partite in giro per il mondo. Il progetto, ancora in via di definizione, è stato svelato dal network Espn. Kobe Bryant, da settimane nei sogni della Virtus Bologna, dovrebbe guidare la super-squadra dal 30 ottobre al 9 novembre: un match a Porto Rico, due a Londra, uno a Macao e due in Australia.

Alla spedizione dovrebbero partecipare tutti i big, o quasi: LeBron James, Dwyane Wade, Derrick Rose, Carmelo Anthony, Chris Paul, Amare Stoudemire, Chris Bosh, Rajon Rondo, Tyson Chandler, Russell Westbrook, Carlos Boozer, Paul Pierce e Kevin Love dovrebbero esserci. Sull'aereo potrebbero salire anche Kevin Garnett e Kevin Durant. Rimarrebbe a terra, invece, Dwight Howard: il centro degli Orlando  Magic, infatti, è reduce da un tour individuale in 15 paesi e non sembra intenzionato a riprendere il volo. La defezione di 'Superman' non danneggerebbe l'appel del progetto.

Il programma a dir poco ambizioso è stato creato dal magnate Calvin Darden, che da circa 3 mesi sta realizzando il preziosissimo mosaico con la collaborazione degli agenti dei giocatori. Il tycoon ha tutto quello che serve per fare centro: fa parte dei board di diversi colossi, compresa la Coca Cola, e secondo il magazine Forbes figura all'ottavo posto tra gli uomini d'affari afroamericani di tutto il paese.

Espn non ha dubbi: Darden ha già ottenuto le firme di Bryant, Wade, Bosh, Griffin, Rondo e Pierce. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare un'altra sequenza di fumate bianche: i nodi principali sono costituiti dalle assicurazioni che vanno stipulate per gli atleti. Il tour, visti i nomi coinvolti, sarebbe un successo assicurato: le partite andrebbero in scena in impianti da 15.000 spettatori e verrebbero trasmesse in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti. Non mancherebbero le risorse per garantire gli ingaggi dei giocatori, destinati a ricevere fino ad un milione di dollari.

Commenta la notizia nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky