28 novembre 2011

Obama supera il lockout: All Star per la campagna elettorale

print-icon
bar

Barack Obama in azione (Getty)

Il presidente degli Usa ha organizzato una partita di esibizione a Washington in cui saranno protagonisti alcuni fuoriclasse della Nba. Il ricavato andrà a finanziare il comitato per la rielezione del numero uno della Casa Bianca. E in America è polemica

LOCKOUT NBA: Lockout Nba, accordo: il via a Natale. Bargnani: "Era ora" - A LeBron piace vincere facile: schiaccia contro un ragazzino - Le lezioni del Gallo: "Ragazzi, studiate. Anche all'estero" - Attori, stagisti, comparse: la dura vita dei disoccupati Nba

FOTO: Lockout, cosa fanno le Cheerleaders? Su Facebook la risposta - Magic Johnson, 20 anni fa l'annuncio choc: "Sono sieropositivo" - Obama cognato fedele: alla partita per il fratello della First Lady

di Claudio Barbieri

Con il sentimento anti casta che serpeggia in queste settimane in Italia, un’azione simile avrebbe provocato un putiferio, forse non solo mediatico. Barack Obama ha deciso di organizzare, il prossimo 12 dicembre a Washington, una partita con alcuni dei migliori giocatori della Nba, il cui incasso non andrà in beneficenza, bensì servirà a finanziare la campagna elettorale delle prossime Presidenziali del 2012.
Una scelta che negli States non ha mancato si suscitare scalpore prima, e indignazione poi. Praticamente è come se Mario Monti, attuale premier, decidesse di reclutare i vari Ibrahomovic, Buffon e Cavani per giocare una partita all’Olimpico di Roma per sponsorizzare la sua ricandidatura a Palazzo Chigi.

LE STAR ATTESE - Obama si è sempre dichiarato un grande appassionato di basket (è super tifoso dei Chicago Bulls, ndr), tanto che non è escluso che il numero uno della casa Bianca, buon giocatore in gioventù, indossi calzoncini e canottiera per fare due tiri in compagnia degli amici cestisti.
Nonostante la ripartenza della Nba a Natale, hanno già assicurato la loro presenza Kevin Durant, Carmelo Anthony, Ray Allen, Chris Paul, Amare Stoudemire, Blake Griffin e Chris Bosh, così come torneranno sul parquet alcuni grandi ex, come Magic Johnson, Alonzo Mourning, Patrick Ewing e Dikembe Mutombo, tutti sostenitori di Obama già nella campagna del 2008. Alcuni di loro inoltre hanno già partecipato a un incontro personale con il Presidente il mese scorso in Florida, in cui non sono mancate donazioni generose.

QUANTO MI COSTI - Assistere all’Obama Classic Basketball Game costerà dai 200 ai 5000 dollari, e i biglietti si possono già acquistare sull’apposito sito. Ma non solo: a disposizione vi sono anche alcuni pacchetti non proprio economici, come quello da 35.800 dollari, che permette di tirare a canestro in compagnia dei propri idoli, o quello da 20.000, che dà gli stessi privilegi, pranzo escluso.
“E’ un insulto al popolo americano, che non ha bisogno di tali iniziative in un momento come questo”, ha spiegato il portavoce del Comitato elettorale repubblicano, Sean Spicer. Questo fundraising ha destato molto scalpore soprattutto per le parole pronunciate dal presidente degli Usa qualche settimana fa relativamente al lockout Nba, risolto nelle ultime ore con l’accordo tra lega e sindacato giocatori di partire a Natale: “Le vere vittime della serrata non sono né i proprietari né i giocatori, ma gli impiegati delle arene e tutti quelli che a causa del blocco adesso si ritrovano disoccupati”.
Disoccupati che, dopo due mesi di riposo forzato, rimarranno tali anche il 12 dicembre, quando assisteranno impotenti alla parata delle stelle milionarie. A meno che la Nba non giochi un brutto scherzetto al suo primo tifoso, richiamando all’ordine le proprie stelle (probabile che i giocatori debbano presentarsi al raduno intorno al 10, ndr) e costringendo Obama a privarsi del suo hobby a scopo di lucro…

Cosa pensi della partita organizzata da Obama? Commenta sul forum

Tutti i siti Sky