21 dicembre 2011

Nfl: Tim, l'atleta di Natale che prega dopo la vittoria

print-icon
tim

Tim Tebow inginocchiato a pregare (Getty)

Gli americani lo hanno ribattezzato Tebow time. Il quarterback dei Denver Broncos è diventato un personaggio: negli ultimissimi secondi della partita è sempre lui che segna i punti decisivi. Poi si inginocchia e ringrazia il Signore. FOTO: PARLA CON DIO

FOTO: Sfoglia tutto l'Album di Natale - Calcio & religione: quelli protetti in alto, anzi Altissimo

Altro che Kakà (noto devotissimo campione). Altro che Legrottaglie (altro timorato di Dio). Gli americani lo hanno ribattezzato Tebow time. Siamo in NFL, il quarterbackTim Tebow e i suoi Denver Broncos non riescono a combinare nulla di buono per quasi tutta la partita. Poi, quando si arriva alla fine dell'ultimo periodo, Tim si scatena e tra corse irresistibili e lanci perfetti, porta regolarmente Denver a rimontare.

Il sorpasso avviene solitamente o nei secondi conclusivi oppure addirittura in overtime. Perché i miracoli, quando c'è il numero 15 in campo, si ripetono. Tim allora ringrazia il Signore, si inginocchia in campo, e pronuncia poche misuratissime parole. Non è dunque il personaggio di Natale? Il nuovo, bravo ragazzo d’America, 24 anni, un flirt presunto e poi smentito con la sciatrice Lindsey Vonn, l’atleta di Dio che occupa ormai le prime pagine sportive dei quotidiani Usa. Giusto menzionarlo in questa settimana. Amen.

Tutti i siti Sky