03 gennaio 2012

Bargnani fa il "Mago" a New York, Gallinari trascina Denver

print-icon
kni

Bargnani straripante al Madison Square Garden nella vittoria dei Raptors sui Knicks (Getty)

21 punti a testa e doppia vittoria per Raptors e Nuggets nella notte nba. Il cestista romano chiama con una prova da leader, il Gallo risponde con una doppia doppia: Toronto piega i Knicks, i Nuggets battono i Bucks. Ko gli Hornets di Belinelli

LOCKOUT NBA - Cosa è successo? - Lockout, cosa fanno le Cheerleaders? Su Facebook la risposta

FOTO: L'oroscopo del 2012 - Il tuo campione è top o flop? Il pagellone 2011

Ventuno punti a testa e vittoria: Andrea Bargnani chiama con una prova da leader, Danilo Gallinari risponde con una doppia doppia. I big italiani lasciano il segno nella serata Nba che non regala sorrisi a Marco Belinelli, l'unico ambasciatore tricolore ad uscire sconfitto dal parquet. La firma di Bargnani nobilita il successo che i Toronto Raptors  (2-3) ottengono per 90-85 sul campo dei New York Knicks. Il 'mago', titolare per 37'54", offre un'altra ottima prestazione dopo quelle fornite a Dallas e a Orlando. Il lungo azzurro, che un anno fa confezionò il career high con 41 punti al Madison Square Garden, stavolta ne fa 21 (7/13 dal campo) con 5 rimbalzi. I Raptors, avanti anche di 17 punti, come nelle ultime trasferte si fanno rimontare e rischiano un'altra beffa: negli ultimi 46", però, il lungo romano segna 4 punti di platino e blinda la vittoria, che arriva anche con il contributo di DeMar DeRozan (21 punti) e Rasual Butler (13).New York, priva di Amare Stoudamire, si aggrappa al talento di Carmelo Anthony (35 punti e 11 rimbalzi) ma alla fine deve alzare bandiera bianca. "Era importante vincere dopo le dure sconfitte rimediate a Dallas e a Orlando -dice Bargnani a fine serata -. Stavolta abbiamo giocato 48 minuti, non abbiamo perso la testa. Ognuno ha dato  un contributo importante".

Fondamentale è stato il contributo che Danilo Gallinari ha dato nel match casalingo che i suoi Denver Nuggets (4-2) hanno vinto 91-86 contro i Milwaukee Bucks (2-2). L'ala azzurra,  titolare per 35'34", è determinante con 21 punti (compresi i 2  liberi della staffa) e 10 rimbalzi. I Nuggets, alla terza partita in 3 giorni, trovano energie miracolose nell'ultimo periodo, quando  riescono a raddrizzare la situazione con un parziale di 23-12. Merito anche della panchina che produce 17 punti con Al Harrington e 10 con Corey Brewer.

Numeri meno brillanti, invece, per Marco Belinelli. Solo 6 punti per la guardia bolognese (2/9 al tiro in 36'49") nella sconfitta che i New Orleans Hornets (2-3) incassano per 94-90 in casa degli Utah Jazz (2-3). New Orleans si appoggia a Jarrett Jack (27 punti e 11  assist), sostenuto da Jason Smith (16) e Chris Kaman (14): troppo poco per fermare Al Jefferson (22 punti) e Devin Harris (19).

Con le parole 'nobody is perfect', infine, si possono archiviare le altre gare della serata. Miami (5-1) e Oklahoma City (5-1) subiscono la prima sconfitta stagionale: non ci sono più squadre imbattute. Gli Heat inciampano in casa contro gli Atlanta Hawks (4-1)  che si impongono per 100-92. I 21 punti di Joe Johnson e i 16 a test  di Tracy McGrady e Al Horford valgono piu' dei 28 di LeBron James, abbandonato per una sera da Dwyane Wade (solo 12 punti con 4/17 al  tiro). I Thunder di Kevin Durant (27 punti), invece, trovano il  semaforo rosso a Dallas. I Mavericks (2-4) si ricordano di essere i  campioni Nba e vincono 100-87 con la firma di Dirk Nowitzki (26  punti).

Commenta i risultati della notte nel forum della Nba

Tutti i siti Sky