08 gennaio 2012

Brillano Gallinari e Bargnani, ma Denver e Toronto vanno ko

print-icon
gal

Danilo Gallinari eguaglia il suo record di punti in Nba (Getty)

Nottata di Nba amara per gli italiani in campo. Nonostante il Gallo abbia eguagliato il suo record di punti (31) i Nuggets cadono 121-117 sul campo dei San Antonio Spurs. Il Mago non basta ai Raptors battuti a Philadelphia 97-62. Ko anche Belinelli

LOCKOUT NBA: Cosa è successo?

FOTO: L'oroscopo del 2012 - Il tuo campione è top o flop? Il pagellone 2011

Danilo Gallinari è da record con 31 punti, Andrea Bargnani ne segna 21: tutto inutile, il made in Italy colleziona solo sconfitte nella serata Nba. La pattuglia tricolore colleziona 3 ko, compreso quello incassato da Marco  Belinelli, poco brillante con i suoi Hornets. Il voto più alto va a Gallinari: il numero 8 eguaglia la miglior prestazione della carriera nel match che i Denver Nuggets (6-3) perdono per 121-117 sul campo dei San Antonio Spurs (6-2). L'ala azzurra, titolare per 39'30", dà spettacolo con 10/16 al tiro (3/4 da 3 punti), 5 rimbalzi e 2 assist. I Nuggets, senza il centro Nené, precipitano a -20 (53-33) nel primo tempo ma nel terzo periodo Gallinari rianima la squadra con 16 punti. Denver ha la forza di risalire la china fino a -2 (106-104) ma, nonostante i 20 punti (con 10 rimbalzi) di Ty Lawson e i 19 di Al Harrington, non riesce a completare la rimonta e finisce al tappeto dopo 4 successi di fila.

Non manca qualche recriminazione per un'azione 'sospetta': con gli Spurs avanti di 5 punti nel finale, non viene fischiato un fallo evidente su Lawson. San Antonio ringrazia e chiude i giochi con la tripla di Richard Jefferson. Gli speroni conducono in porto il successo e sopperiscono all'assenza dell'infortunato Manu Ginobili portando 7 uomini in doppia cifra: brilla in particolare Daniel Green (24 punti con 9/13 dal campo).

Senza storia, o quasi, la sfida che i Toronto Raptors (3-5) perdono per 97-62 sul parquet dei Philadelphia 76ers (5-2). Ai canadesi, spazzati via nel terzo periodo con il parziale di 32-15, non basta il solito Bargnani. Il 'mago', in campo per 32'11", mette a referto la prima doppia doppia dell'anno con 21 punti (8/19  dal campo e 1/ 4 da 3 punti) e 11 rimbalzi. Attorno al lungo romano,  però, c'è il nulla: Toronto tira con il 31,8% dal campo e solo Amir Johnson, con 12 punti, arriva in doppia cifra.

Philadelphia dà lezioni in difesa e in attacco marcia senza problemi: alla fine, 14 punti a testa per Andre Iguodala e Jrue Holiday. Pochi sorrisi anche negli spogliatoi dei New Orleans Hornets  (2-6), battuti 96-81 in casa dei Dallas Mavericks (4-5) e costretti al sesto stop consecutivo. Belinelli non incide: la guardia bolognese  gioca solo 17'14" da titolare, realizzando 3 punti (1/4 al tiro).

Tutti i siti Sky