09 febbraio 2012

Obama: "Gallinari e Belinelli orgoglio italiano nell'Nba"

print-icon
oba

Obama ha parlato bene dei nostri talenti del basket, ma in campo per loro nella nottata Nba non è andata bene...

Il presidente americano in un'intervista a La Stampa ha elogiato i giocatori italiani che stanno facendo bene nel campionato di basket a stelle e strisce. In campo però va male: perdono New Orleans del Beli, i Raptors di Bargnani e i Nuggets del Gallo

LOCKOUT NBA: Cosa è successo?

FOTO
- Fuga di capitali all’estero: gli emigranti con la valigia firmata - Lisa, la pornostar che tifa Lakers

In un'intervista a La Stampa il presidente americano Barak Obama, a poche ore dall'incontro con il premier italiano Mario Monti in visita negli Stati Uniti, ha anche elogiato i giocatori italiani che tanto stanno facendo bene nella Nba: ''Gallinari e Belinelli garantiscono un buon nome anche nella Nba''. E su Twitter sono arrivati subito i ringraziamenti di Belinelli: "Thx Mr President", ovvero grazie caro Obama.

Ma in campo non sono bastati i 13 punti messi a segno da Marco Belinelli ad evitare la sconfitta di New Orleans contro i Chicago Bulls. Per gli Hornets è il settimo ko di fila. Perdono anche i Toronto Raptors (in casa contro Milwaukee) che devono ancora rinunciare ad Andrea Bargnani e i Denver Nuggets contro Dallas orfani di Danilo Gallinari che dovrà restare fermo un mese per l'infortunio alla caviglia. Per Denver si tratta della quarta sconfitta consecutiva. Tra i risultati delle partite giocate nella notte spicca la sconfitta dei Clippers a Cleveland, mentre i Knicks vincono a Washington grazie ai 23 punti di Jeremy Lin, nuovo idolo di New York. Successo di San Antonio contro Philadephia con Tony Parker che mette a referto 37 punti.

Commenta nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky