18 febbraio 2012

Nba, gli Hornets stoppano i Knicks di Lin. Bene Belinelli

print-icon
lin

Jeremy Lin fermato da Greivis Vasquez

Marco Belinelli e New Orleans fermano il volo di Jeremy Lin e di New York. Gli Hornets passano per 89-85 al Madison Square Garden e per i Knicks arriva la prima sconfitta dopo 7 vittorie consecutive. Coach D'Antoni: "Questa sconfitta non cambia nulla"

Ci sono voluti Marco Belinelli e i New Orleans Hornets per fermare i Knicks guidati da Jeremy Lin. Al Madison Square Garden la squadra dell'azzurro ha interrotto la serie positiva dei Knicks, arrivata a quota sette grazie alle prodezze del giovane play di origine taiwanese, vincendo 89-95 una partita che ha sempre condotto. New York nell'ultimo quarto ha più volte sfiorato il sorpasso, ma anche grazie a Belinelli, decisivo proprio nel finale con 17 punti totali, gli Hornets hanno colto il terzo successo di fila.

"Ancora una grande vittoria contro una buona squadra come New York che veniva da 7 vittorie - ha commentato alla fine l'azzurro - Abbiamo giocato bene di squadra, con un'ottima difesa. Lunedì saremo ad Oklahoma, la squadra che ha dimostrato di essere la più forte della Western Conference. Dovremo continuare così". Dall'altra parte, Lin non ha certo deluso (26 punti e 4 assist, ma anche 9 palle perse) confermandosi un punto di forza per la sua squadra e non una meteora. "Ero un poco nervoso e non ho avuto una gran gestione della palla", - ha detto il 23enne play, che da due settimane è al centro di una vera tempesta mediatica che avrebbe stordito chiunque. E' tranquillo anche il coach Mike D'Antoni: "Questa sconfitta non cambia nulla e non credo che Jeremy pensasse che ci avrebbe fatto vincere tutte le partite".

Risultati:
Orlando-Milwauke 94-85
Toronto-Charlotte 91-98
Cleveland-Miami 87-111
Detroit-Sacramento 114-108
Houston-Minnesota 98-111
Memphis-Denver 103-102
New York-New Orleans 89-85
Oklahoma-Golden State 110-87
Philadelphia-Dallas 75-82
Utah-Washington 114-100
LA Lakers-Phoenix 111-99

Tutti i siti Sky