12 marzo 2012

Nba, italiani ko. Bargnani 11 punti, Gallinari a secco

print-icon
dan

Neanche un punto per Danilo Gallinari. Sconfitti i Denver Nuggets (Foto Getty)

Altra battuta d'arresto per i Raptors superati in casa per 105 a 99 dai Milwaukee Buuks. Sconfitta casalinga anche per i Denver Nuggets superati per 94 a 91 dai Grizzlies di Memphis. Neanche un punto per Gallinari

FOTO - All Star Weekend, Jeremy Evans vola più in alto di tutti - La Nba sbarca a Disneyland: e gli All Star diventano eroi animati - Fuga di capitali all’estero: gli emigranti con la valigia firmata - Lisa, la pornostar che tifa Lakers - Francesca Frigo, la sexy tifosa di LeBronSfoglia l’album della Nba

Doppio ko interno per Andrea Bargnani e Danilo Gallinari nella domenica Nba. Il 'mago' segna 11 punti (4/10 al tiro, 0/3 da 3 punti) con 8 rimbalzi e 4 assist nel  match che i suoi Toronto Raptors (13-28) perdono contro i Milwaukee Bucks (17-24). Il lungo romano, alla seconda gara dopo il lungo stop per l'infortunio al polpaccio, gioca 30'07" e segna 9 punti nel primo tempo. Toronto, avanti anche di 13 punti, non riesce a 'uccidere' la partita.
I 22 punti di DeMar DeRozan e i 16 di Jerryd Bayless, non sono sufficienti. Milwaukee, trascinata dai 31 punti di Ersan Ilyasova, rientra e mette la freccia: a 1'17" dalla fine, con i Bucks avanti 101-97, Bargnani commette un fallo in attacco e il match si chiude. "Devo spingere per ritrovare il ritmo", dice l'azzurro.
"Nel secondo tempo ho sofferto un po', le gambe erano un po' pesanti. Ma mi sento comunque molto meglio" alla prima partita giocata dopo lo stop. La sosta in infermeria, per un problema alla caviglia, condiziona anche il rendimento di Gallinari. L'ala non segna nemmeno un punto (0/5 al tiro in 21'16", 5 rimbalzi e 4 assist) nella gara che i Denver Nuggets (23-19) perdono sul proprio campo per 94-91  contro i Memphis Grizzlies (24-16). Denver si aggrappa ai 15 punti di Arron Afflalo, Al Harrington e Corey Brewer. Memphis, però, vince in volata con i 22 punti di O.J. Mayo.

C'è la firma di Kobe Bryant (26 punti), invece, sul 97-94 con cui i Los Angeles Lakers (25-16) si aggiudicano la  'classicissima' con i Boston Celtics (21-19). I gialloviola scappano sul +15 nel primo tempo, ma la fuga viene annullata. Il match si decide in volata: Boston vede il traguardo a 2'41" dalla fine, quando conduce 94-89.
I Lakers, però, ribaltano la situazione con un parziale di 8-0: Bryant firma 4 punti d'oro, Andrew Bynum (20 punti e 14 rimbalzi) ne aggiunge altri 4. I Celtics vanno ko nonostante l'ispirato Rajon Rondo (24 punti e 10 assist) e il Kevin Garnett dei tempi d'oro (14 punti,  11 rimbalzi e 5 assist con 7/11 al tiro).


Tutti i siti Sky