25 marzo 2012

Nba, sabato amaro per Bargnani e Belinelli

print-icon
bar

I Toronto Raptors perdono all'overtime per 102-101 sul parquet dei Chicago Bulls (getty)

La formazione di Toronto è stata superata per 102 a 101 in casa dei Chicago Bulls. Il Mago ha messo a referto 17 punti, 3 assist e sette rimbalzi in poco più di mezz'ora. Stop anche per gli Hornets, sconfitti dai San Antonio Spurs per 89 a 86

Andrea Bargnani perde la chance di stendere Chicago, Marco Belinelli festeggia un compleanno amaro dopo il ko contro San Antonio: doppia sconfitta per gli azzurri impegnati nel sabato Nba. Rimpianti soprattutto per Bargnani, che va vicino al colpaccio sul campo della miglior squadra della lega. I Toronto Raptors perdono all'overtime per 102-101 sul parquet dei Chicago Bulls, primo team a raggiungere la soglia delle 40 vittorie grazie al tap-in che Luol Deng infila a fil di sirena. Bargnani, titolare per 36'15", chiude con 17 punti (modesto 4/18 al tiro, 1/6 da 3) e 7 rimbalzi. Il lungo romano ha tra le mani il pallone per decidere il match all'ultima azione dei regolamentari: la sua tripla, però, si spegne sul ferro. "Non c'è molto da dire: era un'azione disegnata alla perfezione dal coach, l'abbiamo eseguita bene ma il pallone non è entrato. Abbiamo lottato e abbiamo giocato un'ottima partita, ma non è bastato", dice il Mago. I Raptors, con soli 8 uomini a disposizione, dominano a rimbalzo (58-44) e, guidati da José Calderon (20 punti e 10 assist) e James Johnson (20 punti) arrivano a condurre anche di 12 punti. Negli ultimi 32" dei regolamentari, però, sbagliano ben 4 tiri. E nell'ultimo minuto dei supplementari falliscono 3 liberi cruciali. Chicago, ancora priva di Derrick Rose, perde Joakim Noah per espulsione: i tori, però, evitano il k.o. casalingo grazie ai 24 punti di Carlos Boozer e ai 23 di Deng e C.J. Watson.

Al termine di un'altra gara equilibrata, rimane a mani vuote anche Belinelli. La guardia, che oggi compie 26 anni, segna 10 punti (5/12 al tiro) in 37'17" ma i suoi New Orleans Hornets (12-36) perdono in casa per 89-86 contro i San Antonio Spurs (32-14), seconda forza della Western Conference. Non basta l'ispiratissimo Jarrett Jack, che confeziona 27 punti, 7 assist e 5 rimbalzi. I texani non possono contare sulla miglior versione di Tony Parker (12 punti e 10 assist con 6/16 al tiro) ma capitalizzano l'ottima prova di Dejuan Blair (23 punti e 7 rimbalzi).

I risultati della notte:
Los Angeles Clippers - Memphis Grizzlies 101-85
Washington Wizards - Atlanta Hawks 92-95
New Jersey Nets - Charlotte Bobcats 102-89
New York Knicks - Detroit Pistons 101-79
New Orleans Hornets - San Antonio Spurs 86-89
Chicago Bulls - Toronto Raptors 102-101 (overtime)
Houston Rockets - Dallas Mavericks 99-101 (overtime)
Milwaukee Bucks - Indiana Pacers 104-125
Golden State Warriors - Sacramento Kings 111-108

Tutti i siti Sky