31 marzo 2012

Nba: Bargnani fa il Mago, ma Miami passa a Toronto

print-icon
rap

27 punti di Andrea Bargnani non sono bastati ai Raptors per evitare il ko con gli Heat (Getty)

L'azzurro realizza 27 punti ma i suoi Raptors cedono in casa 113-101 contro gli Heat trascinati dai 30 punti di Wade e dai 27 di Bosh e James. Nowitzki guida Dallas alla vittoria sui Magic, bene anche i Bulls che piegano i Pistons

FOTO - Lisa, la pornostar che tifa Lakers - Francesca Frigo, la sexy tifosa di LeBronSfoglia l’album della Nba

Andrea Bargnani si traveste da 'mago' ma non ferma Miami. L'azzurro realizza 27 punti ma i suoi Toronto Raptors (17-35) cedono in casa contro gli Heat (37-13) per  113-101. Il lungo romano, titolare per 38'43", chiude con 10/17 al  tiro (3/4 da 3 punti), 1 rimbalzo e 1 assist. Toronto può contare anche sui 28 punti di DeMar DeRozan: troppo poco per fermare la seconda forza della Eastern Conference, che marcia con i 30 punti a testa di Dwyane Wade e Chris Bosh e i 26 di LeBron James. L'inizio della serata somiglia ad un incubo per i Raptors: Miami scappa subito  sul 18-4 e Bargnani, poco reattivo, viene spedito in panchina per gran parte del primo periodo.

La situazione per l'azzurro cambia nel secondo quarto: arrivano i primi punti e un contributo tangibile in difesa. Dopo l'intervallo, il 'mago' esplode con 14 punti che consentono ai Raptors di tener testa alla corazzata della Florida. Wade, che dedica la prestazione ad un nipote ferito giovedì in una sparatoria a Chicago, firma nel quarto periodo il nuovo e decisivo allungo: Miami prende il largo e  tocca a Bosh, ex di turno, inchiodare la schiacciata che fa calare il sipario.  "Nel quarto periodo contro Denver abbiamo difeso alla grande. Stavolta, invece, non ci siamo riusciti. Non abbiamo  arginato Wade, James e Bosh che sono grandissimi giocatori: hanno fatto girare molto bene il pallone, hanno meritato di vincere", dice  Bargnani alla fine del match. "In attacco abbiamo fatto un buon  lavoro per tre quarti di gara, alla fine hanno vinto i migliori", ripete.

Il successo consente a Miami di rimanere nella scia dei Chicago  Bulls (42-11), miglior squadra della lega e, ovviamente, della Eastern Conference. I tori, sempre privi dell'infortunato Derrick Rose, superano i Detroit Pistons (18-33) per 83-71 con i 20 punti di Luol Deng e i 19 (con 12 rimbalzi) di Joakim Noah. Nel ricco programma della serata, menzione speciale per la vittoria che i Dallas Mavericks (30-23) colgono per 100-98 sul parquet degli Orlando Magic (32-20). I campioni in carica ringraziano Dirk Nowitzki, che firma 28 punti e realizza il canestro decisivo a 5"9 dalla sirena.

Entra nel Forum della Nba

Tutti i siti Sky