23 aprile 2012

Dr. Peace e Mr. Artest. E l'avversario finisce all'ospedale

print-icon
met

L'ala dei Lakers lascia il campo dopo l'inevitabile espulsione. Per lui si prospetta una lunga squalifica (Foto Getty)

Era diventato Metta World Peace in nome dell'amore universale. Ma l'ex-Artest non ha mai perso il vizio della rissa. E nella vittoria dei Lakers contro Oklahoma City, ha spedito James Harden all'ospedale, con una gomitata tremenda. GUARDA IL VIDEO

"Il nome Metta significa amore, amicizia e bontà". Ron Artest aveva annunciato così la decisione di diventare Metta World Peace. E già allora qualcuno aveva ironizzato sulla "conversione" dell'ala dei Lakers, non certo noto per essere tra i giocatori più corretti della lega.

Ieri sera, l'ex-Artest ha confermato che non basta un nuovo nome per diffondere pace e fratellanza. E sul finire del primo tempo, dopo la sua terza schiacciata della partita, ha steso James Harden, guardia di Oklahoma City, con una gomitata terribile. Il giocatore dei Thunder è finito in ospedale con una commozione cerebrale. La sua colpa? Solo quella di trovarsi sulla strada di World Peace.

Che negli spogliatoi ha provato - a modo suo - a fare mea culpa: "Ero veramente su di giri dopo la schiacciata, ma è stato involontario. Spero che James stia bene, mi scuso con lui e con i Thunder". Ma il gesto sembra davvero intenzionale. E porterà all'ala dei Lakers una lunga squalifica, legata anche alla durata dello stop che attende il povero Harden.

Tutti i siti Sky