07 maggio 2012

Super Gallo non basta, Denver ko: eliminazione vicina

print-icon
gal

Il giocatore è stato top scorer dei suoi, prima di farsi male in un uno scontro contro Gasol (Foto Gettty)

I Nuggets cedono in gara 4 ai Lakers e rischiano di lasciare la lotta al titolo. Grande prova di Gallinari sia in attacco che in difesa. Nelle altre gare New York resta in vita, Boston e Philadelphia vicini al passaggio del turno

I 20 punti di Danilo Gallinari non fermano i Los Angeles Lakers e Denver si ritrova con le spalle al  muro. I Nuggets vengono sconfitti 92-88 in casa e, dopo il k.o. in  gara 4, sono in svantaggio 3-1 nel primo turno dei playoff della  Western Conference. Gallinari, titolare per 35'09", è il top scorer  dei suoi. L'ala azzurra chiude con 9/16 al tiro (0/4 da 3 punti), 6  rimbalzi e 2 assist. In difesa, il 'Gallo' dà un contributo notevole: è anche merito suo se Kobe Bryant segna 'solo' 22 punti (10/25 al tiro).

Nel momento chiave, però, è proprio Gallinari ad andare al tappeto nel  vero senso della parola. Sull'86-86, l'ala si schianta contro il blocco di Pau Gasol: Ramon Sessions ha tutto il tempo per infilare una tripla pesantissima. Nella successiva azione offensiva, i gialloviola  fanno ancora centro dalla lunga distanza con Steve Blake e ipotecano il prezioso successo in cui spiccano i 19 punti di Andrew Bynum. "Ho preso un colpo alla gola, è stato un blocco durissimo. Nei playoff bisogna aspettarselo: purtroppo, in quell'azione i Lakers hanno segnato un tiro pesantissimo", dice Gallinari ripensando al  momento chiave. Denver ora deve andare a vincere domani a Los Angeles in gara 5 per evitare l'eliminazione.

Il parziale di 3-1 caratterizza anche tutte le serie della Eastern Conference andate in scena nella domenica Nba. I Boston Celtics prendono il largo dominando gara 4 contro gli Atlanta Hawks per 101-79 grazie ai 24 punti di Paul Pierce e ai 20 (con 16 assist) di Rajon Rondo. New York resta in vita vincendo per 89-87 contro i Miami Heat: il successo in gara 4 consente ai Knicks di portarsi sull'1-3 e di evitare il cappotto. La formazione della Grande Mela, al primo  successo nei playoff dal 2001, fa centro davanti al proprio pubblico con i 41 punti di uno strepitoso Carmelo Anthony. Amare Stoudamire, nonostante i punti di sutura alla mano sinistra, dopo l'assenza in  gara 3 si fa sentire con 20 punti e 10 rimbalzi. Miami va al tappeto  nonostante i 27 punti di LeBron James e i 22 di Dwyane Wade. Mercoledì gli Heat possono chiudere i conti in casa in gara 5.

Il passaggio del turno è ad un passo anche per Philadelphia. I 76ers battono i Chicago Bulls per 89-82 in gara 4 e si portano sul  3-1. La vittoria è firmata dai 22 punti di Spencer Hawes, dai 20 di Jrue Holiday e dai 14 di Andre Iguodala. Chicago prova invano ad aggrapparsi ai 23 punti (con 11 rimbalzi) di Carlos Boozer, ai 17 di  CJ Watson e ai 14 (con 12 rimbalzi) di Taj Gibson. I tori, costretti a rinunciare a Joakim Noah dopo aver perso Derrick Rose, devono vincere domani in gara 5 per allungare la serie.

Tutti i siti Sky