22 maggio 2012

Playoff Nba, Lakers abbattuti e Oklahoma in finale a Ovest

print-icon
kev

Kevin durant con 25 punti e 10 rimbalzi ha portato Oklahoma alla finale di Western Conference, battendo i Lakers

I Thunder chiudono i conti con i losangelini 106-90 vincendo la serie 4-1. Da domenica affronteranno gli Spurs per decidere chi andrà a combattere per l'anello. Gli Orlando Magic esonerano coach Stan van Gundy

Western Conference - Oklahoma City elimina i Los Angeles Lakers e vola in finale nella Western Conference, dove sfiderà da domenica i San Antonio Spurs. I Thunder chiudono i conti con i gialloviola grazie al netto 106-90 in gara 5: 4-1 nella serie e semifinale archiviata. La vittoria decisiva matura nel secondo tempo, quando la formazione di casa spacca in due il match. Nel terzo periodo i Thunder, ispirati da Russell Westbrook (28 punti) e Kevin Durant (25 punti e 10 rimbalzi) piazzano un parziale di 14-3. Nel quarto, aprono con un mortifero 10-0: per i Lakers, nonostante i 42 punti di un enorme Kobe Bryant, cala il sipario. Los Angeles può contare sul contributo di Pau Gasol (14 punti e 16 rimbalzi) ma non sul solito Andrew Bynum (10 punti e 4 rimbalzi).

"Se non giochiamo bene in difesa, non conta quello che facciamo in attacco", dice il coach Scott Brooks. I Thunder ora devono ricaricare le pile in vista del prossimo round. Oklahoma City torna in finale ad Ovest dopo l'esperienza dello scorso anno, quando fu battuta dai Dallas Mavericks. Anche stavolta bisogna fare i conti con una squadra texana. Durant & co. affrontano i San Antonio Spurs che, nei primi 2 turni dei playoff, non hanno ancora perso una partita.

Eastern Conference - La finale di Conference è ancora lontana a Est. I più vicini al traguardo sono i Boston Celtics, che conducono 3-2 sui Philadelphia 76ers dopo il netto 101-85 casalingo in gara 5. I biancoverdi ringraziano Brandon Bass, protagonista con 27 punti, e l'eterno Kevin Garnett (20 punti e 6 rimbalzi). Un parziale di 10-0 nel terzo periodo spiana la strada a Boston e spegne i sogni di Philadelphia, a cui non bastano i 19 punti di Elton Brand. Domani i Sixers devono vincere davanti al proprio pubblico per portare la serie a gara 7.

Orlando esonera coach van Gundy - Intanto gli Orlando Magic voltano pagina dopo la stagione chiusa con l'eliminazione al primo turno dei playoff: hanno esonerato il coach Stan van Gundy e silurato anche il general manager Otis Smith.
La svolta arriva al termine dell'annata caratterizzata dalla controversa vicenda legata alla superstar Dwight Howard. Il centro ha chiesto a lungo di essere ceduto prima di esercitare l'opzione per prolungare il proprio contratto fino al 2013. Secondo i media locali, Howard avrebbe chiesto nelle scorse settimane il licenziamento del coach. Il centro attualmente sta recuperando dall'intervento alla schiena che gli ha impedito di scendere in campo nel finale della regular season e dei playoff. Howard, operato per un'ernia discale, salterà anche le Olimpiadi.

I risultati della notte
Western Conference
Oklahoma City Thunder-Los Angeles Lakers 106-90 (4-1).

Eastern Conference
Boston Celtics-Philadelphia 76ers 101-85 (3-2).


Tutti i siti Sky