21 giugno 2012

Addio Neiman, se ne va il bordocampista della tavolozza

print-icon
ali

Un celeberrimo ritratto dedicato da Neiman a Muhammad Ali

Scompare a 91 anni LeRoy Neiman, grande pittore dello sport. Fu l'artista ufficiale dei Giochi di Los Angeles '84, sue grandi passioni il tennis e la boxe. Indimenticabili i ritratti di Ali. Dipinse anche i manifesti di Rocky, Stallone suo grande amico

L'artista statunitense LeRoy Neiman, pittore celebre per i suoi colorati ritratti di atleti in movimento e di scene sportive che combinano il realismo con l'espressionismo, è morto ieri a New York a 91 anni. E' stato il pittore che ha fissato su tela eventi sportivi internazionali come cinque Olimpiadi (ai Giochi di Los Angeles nel  1984 fu l'artista ufficiale), il Super Bowl, il Gran Premio di Monaco, le corse di cavalli ad Ascot, i campionati di tennis del Roland  Garros, di Wimbledon e degli Us Open.

Dopo gli studi alla School of the Art Institute of Chicago, all'University of Chicago e all'University of Illinois, Neiman entrò in contatto con la scuola di pittura di New York, dove fu scoperto da Hugh Hefner, il fondatore di "Playboy", che dal 1957 lo chiamò a collaborare come disegnatore e illustratore della rivista. Ma Neiman è ricordato soprattutto per i suoi schizzi eseguiti in presa diretta ai bordi dei campi sportivi, per raffigurare una partita di tennis o una gara di basket. I suoi ritratti di Pancho Gonzalez, Chris Evert e Martina Navratilova svelano la grande sua passione per il tennis. Sua altra grande passione è stato il pugilato: memorabili i ritratti di Cassius Clay. Grande amico di Sylvester Stallone, ha eseguito schizzi sul set dei film della saga di Rocky, dove è anche apparso in piccole parti.

Tutti i siti Sky