09 dicembre 2012

Belinelli scatenato, tripla da metà campo e Knicks ko

print-icon
mar

Marco Belinelli è stato il grande protagonista del successo dei Chicago Bulls sui New York Knicks (Getty)

L'azzurro non si ferma più: segna 22 punti e griffa la terza vittoria consecutiva dei Bulls, 93-85 su New York. Il bolognese ha firmato un canestro spettacolare alla fine del primo tempo. Successi importanti anche per San Antonio, Atlanta e Miami

Marco Belinelli non si ferma più. La guardia bolognese segna 22 punti e griffa la terza vittoria consecutiva dei Chicago Bulls (11-8), che superano in casa i New York Knicks (14-5), miglior squadra della Eastern Conference, per 93-85. Il numero 8 è il top scorer dei tori con Luol Deng, chiudendo con 8/15 dal campo in 44'59" nella terza gara da titolare. Belinelli si mette in evidenza con il 4/6 da 3 punti e si merita un posto negli  highlights con la tripla infilata da centrocampo alla fine del primo periodo. Al di là della prodezza balistica, l'azzurro si fa sentire su entrambi i lati del campo con 4 rimbalzi e 3 recuperi, confermando il momento estremamente positivo. Nelle ultime 3 apparizioni da starter, Belinelli viaggia ad oltre 20 punti di media con 21/43 al tiro e il 40% da 3. Chicago si gode anche le prestazioni eccellenti dei lunghi, che continuano ad offrire prestazioni di altissimo livello.

Carlos Boozer (12 punti e 10 rimbalzi) e Joakim Noah (10 punti e 11 rimbalzi) non fanno sentire il peso dell'espulsione che Taj Gibson rimedia nel primo tempo. Dalla panchina, poi, arrivano i 14 punti, 8  assist e 6 rimbalzi del play Nate Robinson. Per i Knicks, privi  dell'acciaccato Carmelo Anthony, non c'è nulla da fare: inutili i 27 punti dell'ispirato Ray Felton, i 15 di JR Smith e i 14 (con 18  rimbalzi) di Tyson Chandler.



Il sabato Nba regala il miglior record della lega a San Antonio. Gli Spurs (17-4) travolgono 132-102 i Charlotte Bobcats (7-12) portando ben 7 uomini in doppia cifra. Daniel Green comanda con 23 punti e, per una sera, ruba il ruolo di protagonista a Tony Parker (22 punti e 9 assist) e Tim Duncan (11 punti come Manu Ginobili). I texani hanno il miglior bilancio dell'intero campionato grazie alla sconfitta di Memphis. I Grizzlies (14-4) cadono in casa contro gli Atlanta Hawks (12-5), che passano per 93-83 con i 24 punti di Josh Smith e i 21 di Lou Williams. A Memphis non bastano i 18 a testa di  Zach Randolph (con 13 rimbalzi) e Marc Gasol. Menzione speciale, infine, per netto successo (106-90) che i Miami Heat (13-5) ottengono a domicilio contro i New Orleans Hornets (5-14). Quasi metà del bottino dei campioni è firmato da Dwyane Wade (26 punti) e LeBron James (24).

Tutti i siti Sky