26 dicembre 2012

Kobe e LeBron non fanno regali: Knicks e Thunder sconfitti

print-icon
lak

I Lakers si prendono la rivincita su New York, dopo la sconfitta al Madison Square Garden del 13 dicembre . Vince in casa anche Miami contro Houston, mentre Boston e Houston passano in trasferta a Brooklyn e Chicago

Dall'altra parte ci sono Carmelo Anthony e J.R. Smith, ma con un Kobe Bryant così nessuno può spaventare la squadra di coach D'Antoni. Figuriamoci se poi sul parquet di casa insieme a Kobe ci sono anche Paul Gasol e Steve Nash, al rientro dall'infortunio: i Lakers vincono 100-94 contro i Knicks. 34 punti e 5 rimbalzi per Kobe, che supera Oscar Robertson nella classifica dei punti segnati nel giorno di Natale.

Perdono in casa i Nets, alla nona sconfitta consecutiva nelle ultime 12 partite: tutto troppo facile per i Celtics, che si impongono 93-76, 19 punti per Rajon Rondo. Male anche i Bulls: a Chicago comandano i Rockets di Nate Robinson (autore di 27 punti), Belinelli c'è dall'inizio e firma 15 punti in 35 minuti, ma finisce 120-97 per il quintetto ospite.

In grande forma i Clippers, che chiudono 112-100 contro Denver (solo 7 punti per Danilo Gallinari) e firmano la quindicesima vittoria consecutiva.
Dominio in casa per Miami: battuti i Thunder 103-97 in una serata a senso unico, con Oklahoma City costretta a rincorrere fin dal primo quarto. Finale scontato: il miglior realizzatore degli Heat è Lebron James con 29 punti, Kevin Durant ne mette a segno 33, gli Heat restano in testa alla eastern conference.

Tutti i siti Sky