17 gennaio 2013

Nba, LeBron nella storia. Vincono ancora i Bulls

print-icon
leb

LeBron James contro i Warriors è diventanto il più giovane nella storia Nba a tagliare il traguardo dei 20.000 punti e dei 5.000 assist (Getty)

La stella di Miami, contro i Warriors, diventa, a 28 anni e 17 giorni, il più giovane a tagliare il traguardo dei 20.000 punti e dei 5.000 assist. Belinelli mette a referto 10 punti nel successo di Chicago sul parquet dei Raptors ancora privi di Bargnani

LeBron James diventa il più giovane nella storia Nba a tagliare il traguardo dei 20.000 punti e dei 5.000 assist. Il 'Prescelto' centra l'obiettivo a 28 anni e 17 giorni con la prestazione con cui trascina i Miami Heat (25-12) al netto 92-75 sul campo dei Golden State Warriors (23-14). James segna 25 punti arrivando a quota 20.007 e serve 10 assist trascinando i campioni al successo in California. La sua prova cancella il record di precocità che apparteneva a Kobe Bryant (29 anni e 122 giorni). I Warriors sparacchiano con il 36,2% dal campo (3/12 da 3 punti) e non riescono a tenere testa ai detentori del titolo. Inutili, alla fine, i 17 punti di Jarrett Jack e i 12 di David Lee.

Miami è in vetta alla Eastern Conference, dove continuano a salire i Chicago Bulls di Marco Belinelli. I tori (22-15) espugnano all'overtime il parquet dei Toronto Raptors (14-25) per 107-105 grazie soprattutto all'ottimo Carlos Boozer (36 punti e 12 rimbalzi). Belinelli gioca 34'26" ma non brilla per precisione: la guardia bolognese segna 10 punti con un modesto 2/9 al  tiro e va a referto soprattutto dalla lunetta (6/9). Toronto, sempre priva dell'infortunato Andrea Bargnani, nel 'quasi derby italiano' si arrende nonostante i 27 punti di Alan Anderson e i 26 di Kyle Lorwy.

Netto, invece, il k.o. che Danilo Gallinari e i Denver Nuggets (24-17) incassano per 117-97 incassano in casa degli Oklahoma City Thunder (31-8), prima forza della Western Conference. Gallinari non vive una gran serata (11 punti con 3/10 al tiro) e si allinea al rendimento opaco dei suoi compagni. Dall'altra parte, detta legge Russell Westbrook (32 punti) e Kevin Durant non ha bisogno di  spremersi (20 punti in 28 minuti).

Tutti i siti Sky