24 aprile 2013

Nba, Miami e New York sul 2-0. Golden State travolge Denver

print-icon
nba

I New York Knicks si sono affidati alla loro star, Carmelo Anthony, per imporsi sui Boston Celtics (Foto Getty)

Colpo esterno di Golden State che vince sul campo dei Nuggets, 131-117, portandosi sull'1-1 nella serie dopo il secondo incontro del primo turno dei playoff. Successi anche per New York su Boston e Miami contro Milwaukee nella Est Conference

Colpo esterno di Golden State che è andato a vincere largamente sul campo di Denver (131-117) nel secondo incontro del primo turno dei playoff Nba. Successi anche per New York su Boston e per Miami contro Milwaukee nella Est Conference.
Grazie a questa vittoria Golden State si è portata sull'1-1 nella serie. Guidati dalla vena di Stephen Curry (30 punti e 13 assist), Jarrett Jack (26) e Harrison Barnes (24), i Warriors hanno imposto a Denver la prima sconfitta casalinga da tre mesi a questa parte. Con una precisione al tiro del 64,6 per cento, Golden State ha anche ottenuto la migliore percentuale di una squadra nei playoff dal 1991.

Vittorie casalinghe per le due formazioni impegnate nella Est Conference. Entrambe ora conducono la serie per 2-0, una buona base su cui affrontare i prossimi due impegni esterni consecutivi. Miami, campione Nba in carica e n.1 della stagione regolare, ha sconfitto Milwaukee 98-86, nonostante un LeBron James non al top (19 punti, otto rimbalzi e sei assisti). A fare la differenza ha provveduto la forza del collettivo, con cinque giocatori oltre la soglia dei 10 punti. I New York Knicks si sono invece dovuti affidare alla loro star, Carmelo Anthony, per venire a campo della resistenza dei Boston Celtics (87-71). Sotto all'intervallo (48-42), New York ha riportato la partita dalla sua parte approfittando di 13 dei 34 punti complessivi messi a segno da 'Melo'.

Tutti i siti Sky