04 maggio 2013

Nba, Carmelo Anthony trascina i Knicks. Avanti Oklahoma

print-icon
car

I 21 punti di Carmelo Anthony hanno consentito ai New York di superare un turno di play off, dopo 13 anni (Foto Getty)

Nella Eastern Conference una buona prestazione di "Melo" consente a New York di vincere 88-80 contro i Boston Celtics e di chiudere la serie 4-2. A Est avanti anche gli Indiana Pacers (fuori Atlanta). A Ovest qualificati Thunder e Memphis Grizzlies

Poker di verdetti e in una serata i playoff Nba archiviano 4 serie del primo turno. Nella Eastern Conference avanti i New York Knicks e gli Indiana Pacers. E' 'storico', o quasi, il successo che i Knicks colgono per 88-80 sul campo dei Boston Celtics aggiudicandosi la serie per 4-2. New York accede al secondo turno per la prima volta dal 2000. Il passo avanti è firmato dai 21 punti di Carmelo Anthony, top scorer nonostante un mediocre 7/23 al tiro (1/6 da 3). I Knicks dominano con la difesa e arrivano a condurre anche di 26 punti. Boston riesce a rientrare in carreggiata con i 21 punti di Jeff Green, i 15 di Kevin Garnett e i 14 a testa di Paul Pierce e Jason Terry. I biancoverdi piazzano un incredibile parziale di 24-2 nel quarto periodo e risalgono fino a -4: la rimonta, però, non viene completata e New York fa festa. Da domani, i Knicks cominceranno a combattere con Indiana nella semifinale di Conference. I Pacers passano in casa degli Atlanta Hawks per 81-73 e il sipario cala con il 4-2 definitivo. Gli ospiti sfruttano i 21 punti a testa di Greg Hill e David West. Atlanta si suicida con il 33,3% al tiro: gli Hawks riescono nell'impresa di sbagliare 16 tiri consecutivi tra il secondo e il terzo periodo, alla fine i 15 punti di Al Horford non servono a nulla.

A Ovest, avanti Memphis e Oklahoma - Punteggi più alti e attacchi sugli scudi nelle gare della Western Conference. Gli Oklahoma City Thunder vanno a vincere 103-94 in casa degli Houston Rockets e ottengono il 4-2. Kevin Durant fa la propria parte con 27 punti, 8 rimbalzi e 6 assist. Accanto a lui sale in cattedra Kevin Martin, autore di 25 punti. Houston, a caccia del clamoroso 3-3, non riesce a coronare l'inseguimento. I Rockets escono a testa alta nella serata in cui James Harden firma 26 punti, 1 in più rispetto a Chandler Parsons. I Thunder tornano in campo domani per gara 1 contro Memphis. I Grizzlies si preparano a far visita ai vicecampioni Nba dopo aver chiuso i conti per 4-2 con i Los Angeles Clippers. Il team del Tennessee non spreca il match point casalingo e vince 118-105 con una convincente prova di squadra: 7 uomini in doppia cifra, guidati dai 23 punti di Mike Conley e Zach Randolph. I Clippers, con l'acciaccato Blake Griffin in campo solo 14 minuti (9 punti), vanno al tappeto nonostante i 30 punti di Matt Barnes e i 28 di Chris Paul. I californiani, dopo il titolo conquistato nella Pacific Division in regular season, si fermano al primo ostacolo nei playoff.

Chicago Bulls, sospetta meningite per Deng - In attesa di gara 7 contro Brooklyn, a Chicago l'attenzione è rivolta anche alle condizioni di Luol Deng, costretto a dare forfait giovedì notte in gara 6. "Mi ha davvero sconvolto leggere che avrei saltato la partita contro i Nets per una semplice influenza. I miei sintomi indicano che potrei avere la meningite", scrive su twitter l'ala dei Bulls. "Mercoledì sono stato portato al pronto soccorso, dove mi sono sottoposto a un prelievo di midollo. Il risultato è stato che giovedì ho avuto il più forte mal di testa della mia vita, mi sono sentito debole come non mai", sottolinea Deng. "Allo United Center sono stato rimandato a casa e venerdì mattina i miei sintomi sono peggiorati, non ero in grado di camminare nè di alzarmi dal letto. Sono tornato al pronto soccorso, dove trascorrerò la notte". L'ottimismo torna nel finale: "Voglio che i miei compagni e i tifosi dei Bulls sappiano che non salterei mai una partita per l'influenza. Se i medici mi daranno l'ok volerò a New York per stare con la squadra e provare a vincere gara 7".

La situazione del primo turno play off

Miami-Milwaukee 4-0
Indiana-Atlanta4-2
New York-Boston 4-2
Oklahoma City-Houston 4-2
L.A. Clippers-Memphis 2-4
Denver-Golden State 2-4
San Antonio-L.A. Lakers 4-0
Brooklyn-Chicago 3-3

Gli accoppiamenti delle semifinali di Conference
Eastern Conference
Miami- Brooklyn/Chicago
Indiana-New York
Western Conference
Oklahoma City- Memphis
Golden State-San Antonio


Tutti i siti Sky