03 giugno 2013

Nba, linguaggio omofobo: multa salata per Hibbert

print-icon
hib

Roy Hibbert multato dalla Nba per linguaggio omofobo (Getty)

Il centro dei Pacers, impegnati nella finale della Eastern Conference contro i Miami Heat, si era reso protagonista di un commento omofobo definendo il gioco di LeBron James "no homo". Il giocatore, che si è scusato, è stato multato di 75mila dollari

Il centro degli Indiana Pacers Roy Hibbert è stato multato di 75.000 dollari dalla National Basketball Association (NBA) per "linguaggio inappropriato". Hibbert ha fatto un commento omofobo durante la conferenza stampa di sabato scorso dopo la vittoria di indiana su Miami che ha riportato in parità (3-3) la finale di Eastern Conference ed ha utilizzato un insulto ("figli di puttana") rispondendo alle domande dei giornalisti.

Alla domanda circa la sua difesa sulla superstar di Miami LeBron James, Hibbert ha concluso la sua risposta con la frase "no homo", un termine gergale americano, usato per descrivere il suo gioco. Hibbert si è scusato in una dichiarazione rilasciata dai Pacers per le "osservazioni insensibili" di domenica. "Erano irrispettose ed offensive e non riflettono le mie opinioni personali", ha detto Hibbert. "Ho usato un termine gergale che non è appropriato in qualsiasi ambiente, pubblico o privato, e il linguaggio che ho usato sicuramente non ha posto in un luogo pubblico", aveva detto il giocatore, ma il numero uno dell'Nba David Stern, ha voluto imporre la forte multa per dare un segnale forte e sottolineare che non può  essere tollerato alcun linguaggio offensivo.

Tutti i siti Sky