04 giugno 2013

LeBron porta Miami in finale: ora c'è San Antonio

print-icon
leb

LeBron, vero trascinatore di Miami con 32 punti in gara-7 (foto getty)

Gli Heat conquistano la terza finale Nba consecutiva, strapazzando Indiana in gara-7. Wade e James protagonisti assoluti, pronti a difendere il titolo contro gli Spurs di Duncan, Parker e Ginobili. Si parte il 6 giugno

Miami sbaraglia Indiana e vola in finale, la terza di fila, contro gli Spurs di San Antonio.
La settima e decisiva partita non ha mai avuto praticamente storia. I Pacers, particolarmente imprecisi e fallosi, hanno retto solo il primo quarto chiudendo avanti di due punti, 21 a 19. Ma dal secondo quarto Miami ha preso in mano il gioco segnando la bellezza di 33 punti nella frazione. E da quel momento in poi c'è stata una sola squadra in campo.

Al riposo Miami conduceva già 52 a 37. Grazie a un devastante LeBron James, 32 punti, e un redivivo Dwyane Wade, 21 punti, i Miami hanno subito preso il largo, ammazzando il match e ipotecando l'intera semifinale, già alla fine del terzo quarto con un netto 76 a 55. Uno scarto netto di ventuno punti di vantaggio che alla fine della partita è perfino aumentato.

Tra i Pacers, deludente il centro Roy Hibbert, con appena 18 punti, e soprattutto Paul George, cacciato fuori con sei falli dopo aver segnato appena 7 punti. Deboli al tiro e soprattutto sotto canestro, Indiana sembrava essere scesa in campo già appagata per aver costretto i campioni in carica a gara sette. E alla fine, con un sonante 99 a 76, il pubblico dell'American Arlines Arena di Miami, e tra loro David Beckham, ha potuto con lago anticipo festeggiare la terza finale di fila della storia e l'opportunità di difendere il titolo.
Per LeBron e compagni l'appuntamento con la gloria inizia il 6 giugno con la sfida finale contro i 'veterani' di San Antonio Spurs, con Manu Ginobili, Tim Duncan e Tony Parker.

Tutti i siti Sky