10 giugno 2013

Nba, Miami si prende la rivincita: Spurs travolti in gara-2

print-icon
le_

La grande stoppata con cui LeBron James ferma Tiago Splitter (foto getty)

Gli Heat dominano, vincono 103-84 e pareggiano i conti nella serie che vale l'anello. Chalmers miglior marcatore con 19 punti, LeBron grande soprattutto in difesa, con una stoppata da applausi. In ombra Parker, trascinatore di San Antonio in gara-1

Miami rialza la testa, travolge San Antonio e pareggia i conti nelle Finali Nba. Gli Heat campioni in carica dominano gara 2 per 103-84 e si portano sull'1-1 nella serie con gli Spurs.

LeBron, che stoppata! - I detentori del titolo spezzano l'equilibrio nel secondo tempo: tra il terzo e il quarto periodo, piazzano un mortifero parziale di 33-5 che fa calare il sipario sul match. LeBron James, che per una volta non è il top scorer (17 punti, 8 rimbalzi e 7 assist), mette il punto esclamativo sulla serata con una stoppata sensazionale sul tentativo di schiacciata di Tiago Splitter: Miami funziona alla grande in difesa e martella in attacco grazie al contributo di tutti.

SuperMario, miniWade - Mario Chalmers è il miglior marcatore con 19 punti e un pesante 6/12 da 3 punti, Ray Allen firma 13 punti (5/9 dall'arco) e Chris Bosh (12 punti e 10 rimbalzi) dà segnali di vita dopo l'anonima gara 1. Il complessivo 10/19 da 3 punti è un'ipoteca sulla vittoria e pazienza se Dwyane Wade (10 punti e 6 assist) non incide come potrebbe.

James: "Volevo finire nel notiziario..." - "Quando io ho fatto fatica in attacco, c'erano comunque i miei compagni. Chalmers, più di ogni altro, ha contribuito a darci un atteggiamento aggressivo. Ha completato un paio di giochi da 3 punti, ha infilato un paio di triple. Io ho potuto rallentare e aspettare il mio momento", commenta James, che negli highlights entra soprattutto per l'azione difensiva confezionata nel quarto periodo: "Ho pensato che avrei stoppato Splitter o mi avrebbe schiacciato in faccia: in un modo o nell'altro, sarei finito nel notiziario...".

Duncan: "Ho fatto schifo" - Il 'Prescelto' sorride, mentre gli Spurs si interrogano dopo il flop. La squadra di coach Gregg Popovich dura metà partita: al rientro dall'intervallo, l'attacco texano non riesce a decifrare la difesa avversaria e produce solo 39 punti. Tony Parker (13 punti con 5/14 al tiro) è la copia sbiadita del giocatore capace di dominare gara 1.
Tim Ducan (9 punti e 11 rimbalzi) incappa in un 3/13 da incubo. Non bastano certo i 13 punti di Danny Green (6/6 dal campo) per tenere botta. "Ci hanno dominato - dice Duncan -. Abbiamo perso troppi palloni (17 contro i 6 di Miami, ndr) e bisogna dare merito ai nostri avversari. Non abbiamo giocato bene, non abbiamo tirato bene. So che ho fatto schifo". Bisogna voltare pagina in fretta: gara 3 è in programma domani, la serie si trasferisce sul campo di San Antonio.

Tutti i siti Sky