28 ottobre 2013

Italiani e Nba, i playoff sono una sfida per quattro

print-icon
com

Che pattuglia, quella italiana in Nba: da sinistra, Andrea Bargnani, Danilo Gallinari, Marco Belinelli, Gigi Datome

L'INFOGRAFICA . La stagione alle porte è più tricolore che mai. Con Bargnani chiamato a riscattarsi a New York e Gallinari che scalpita per rientrare dall'infortunio, Belinelli punta al titolo a San Antonio. E il rookie Datome attende l'esordio nei Pistons

di Stefano Rizzato

Bargnani, Gallinari, Belinelli, Datome. Manca solo un play e l'Italia da Nba potrebbe schierare un quintetto, ben assortito, pieno di tecnica, con tanta voglia di emergere. In Nazionale, per vari motivi, non si incrociano da un po'. Sui parquet americani stanno per farlo, per la stagione Nba 2013/14, al via domani e come sempre in esclusiva su Sky.

SEGUI LA STAGIONE DEGLI ITALIANI NBA CON LA NOSTRA INFOGRAFICA

Bargnani, New York è la svolta? - In qualche modo, sarà una stagione determinante per tutti e quattro i nostri, ma lo sarà soprattutto per i due che hanno cambiato casacca durante l'estate. Primo tra tutti il "veterano" Andrea Bargnani, 28 anni sabato e una nuova, difficile maglia da indossare, quella dei New York Knicks. Lasciata Toronto, che l'ha lanciato ma anche frenato, il "Mago" è al momento chiave della carriera, quello in cui si deciderà se e quale segno il romano sarà in grado di lasciare nel basket Usa.

Belinelli, gli Spurs un'occasione unica - Greg Popovych l'ha già elogiato e ha fatto capire di essere disposto a dargli spazio e minuti di qualità. Così, dopo essere cresciuto tanto a Chicago la scorsa stagione, Marco Belinelli (il più giramondo degli italiani da Nba) ha l'occasione di lottare per l'obiettivo più grande. Gli Spurs sono arrivati a un passo dall'anello l'anno scorso, battuti da Miami solo in gara 7 della finale. Nonostante l'età delle loro stelle, ci riproveranno e per l'emiliano è un'occasione unica.

Gallo, riprenditi Denver! - Una data certa ancora non c'è, ma il recupero promette bene e Danilo Gallinari potrebbe essere in campo già a fine novembre, intorno a Thanksgiving, la festa del ringraziamento. Dopo la rottura del crociato anteriore del ginocchio sinistro, il 5 aprile scorso, il lombardo è stato costretto lontano dai parquet a lungo. Un brutto colpo, in uno dei momenti migliori della sua carriera, quando era il leader offensivo dei suoi Denver Nuggets. La franchigia del Colorado non si è poi così rinforzata e lo sta aspettando. Come i tifosi italiani...

Datome, il rookie in attesa - Un piccolo stiramento e le fatiche dell'Europeo con la Nazionale ne hanno impedito l'esordio già nella preseason. Ma ora Gigi Datome è pronto a mettere fisico, mani e barba al servizio dei Detroit Pistons. Squadra non eccelsa e reduce da stagioni a dir poco deludenti, ma che si è rafforzata con l'arrivo di Josh Smith e Brandon Jennings. Il primo toglierà un po' di spazio proprio all'italiano, ma sarà un ottimo maestro per conoscere tutti i trucchetti da Nba. In fondo, l'anno da rookie serve proprio a imparare...

Tutti i siti Sky