10 aprile 2014

Hellwig, Guerrero & Co: ombre e tragedie nel Wrestling

print-icon

Luca Franchini spiega perché troppi decessi, negli ultimi 20 anni, hanno funestato la lotta made in Usa. La morte di Ultimate Warrior , star 54enne, ha riacceso i riflettori sull'abuso di farmaci di varia natura. VIDEO

La morte di James Brian Hellwig alias Ultimate Warrior, superstar del wrestling anni ’80, ha riacceso i riflettori sulla lotta spettacolarizzata made in Usa e sulle tragedie che l’hanno macchiata negli ultimi 20 anni. Il wrestling impone sul ring fisici scultorei e massicci, forgiati non solo da palestre e bilancieri: l’abuso di steroidi anabolizzanti, antidolorifici e farmaci di varia natura pesa infatti nell’elenco dei troppi atleti deceduti in circostanze diverse. Quasi sempre inconsapevoli dei rischi farmacologici connessi alla loro attività agonistica, sono numerosi i wrestler che hanno perso la vita fuori dal ring. Ecco la striscia nera dei drammi che hanno scioccato i tifosi.



André The Giant, 27 gennaio 1993, infarto – A 46 anni scomparve anche il wrestler ed attore francese, all’anagrafe André René Roussimoff, noto per l’altezza imponente.

Owen Hart, 23 maggio 1999, tragedia – Lo show che anticipava una performance portò via tragicamente il lottatore canadese, deceduto a 34 anni.

Yokozuna, 23 ottobre 2000, infarto – Nato come Agaputu Rodney Anoa’i, statunitense di origini samoane, morì a soli 34 anni.

The British Bulldog, 18 maggio 2002, infarto – Nato come David Boy Smith, è deceduto a 39 anni.

Mr. Perfect, 10 febbraio 2003, droga - Alias Curt Hennig, il suo decesso a 44 anni è ricondotto ad intossicazione dalla cocaina, ma il padre parò di steroidi e antidolorifici.

Road Warrior Hawk, 19 ottobre 2003, infarto
– Anche Michael James Hegstrand si spense per arresto cardiaco.

Crash Holly, 6 novembre 2003, suicidio – Nato come Michael John Lockwood, si tolse la vita a 32 anni.

Big Boss Man, 22 settembre 2004, infarto - Alias Raymond Traylor, perì a 42 anni per lo stesso motivo di Booker.

Chris Candido, 28 aprile 2005, malattia – Una trombosi fu fatale per Chris Candito, morto a 33 anni.

Eddie Guerrero, 13 novembre 2005, infarto – L’amatissimo wrestler messicano e statunitense morì a 54 anni per arresto cardiaco.

Earthquake, 7 giugno 2006, malattia
- John Anthony Tenta, a 42 anni, non vinse la sua battaglia contro il cancro.

Bam Bam Bigelow, 19 gennaio 2007, droga - Scott Charles Bigelow morì a 45 anni per overdose.

Chris Benoit, 24 giugno 2007, suicidio – Un dramma personale coinvolse invece il canadese a 40 anni, due giorni dopo l’assassinio della moglie Nancy e del figlio Daniel.

Mitsuharu Misawa, 13 giugno 2009, tragedia – Come Owen Hart, morto sul ring a 47 anni.

Umaga, 4 dicembre 2009, infarto – Un arresto cardiaco privò della vita Edward Fatu a 36 anni.

Lance Cade, 13 agosto 2010, cardiomiopatia – Lo statunitense Lance McNaught morì a soli 29 anni.

El Gigante, 22 settembre 2010, malattia – L’argentino Jorge Gonzàlez a 44 anni non sopravvisse a complicazioni derivanti da diabete e gigantismo.

“Macho Man” Randy Savage, 20 maggio 2011, infarto – Un incidente d’auto dettato da un arresto cardiaco portò con sé Randall Mario Poffo a 58 anni.

Doink the Clown, 28 giugno 2013, droga - Matt Osborne, 55 anni, non sopravvisse ad un’overdese.

The Ultimate Warrior, 8 aprile 2014, infarto - James Brian Hellwig è l’ultima vittima nel mondo del wrestling.

Tutti i siti Sky