11 maggio 2014

Storico Sam, primo giocatore gay in Nfl. Obama si congratula

print-icon
mic

A 24 anni, Michael Sam (1,88 per 116 chili) entra nella storia dello sportUsa: selezionato dai St. Louis Rams nel corso del draft della lega, al 7° giro e in 249ma posizione. Il presidente: bisogna essere giudicati per ciò che si fa e non per ciò che si è

A 24 anni, Michael Sam è entrato nella storia dello sport americano diventando il primo giocatore gay dichiarato ad essere selezionato per una squadra della Nfl, il campionato professionistico del football americano. Sam è infatti stato scelto dai St. Louis Rams nel corso del draft della lega, al 7° giro e in 249ma posizione, il che vuol dire che, se supererà i test estivi, avrà una chance di far parte del roster di 53 giocatori del team per la prossima stagione agonistica.

Sam, protagonista del torneo universitario con la maglia di Missouri, aveva fatto coming out a febbraio dopo che, nell'autunno precedente, aveva già rivelato le proprie preferenze sessuali a compagni di squadra e staff tecnico chiedendo a tutti di mantenere il segreto. Dopo essere stato selezionato, Sam (che era presente al draft e indossava una polo color fucsia) ha abbracciato il suo boyfriend davanti alle telecamere di Espn, che ha trasmesso in diretta l'evento.

Alto 1,88 e pesante 116 chili, ora potrà sfoggiare le proprie doti atletiche giocando da defensive end nel campionato in cui ha sempre sognato di approdare. Nel frattempo dovrà potenziarsi dal punto di vista della forza fisica, perché proprio questa (relativa) mancanza è stato il motivo per cui non è stato scelto con un numero più basso. I Rams comunque credono in lui, come ha sottolineato il general manager della squadra, Jeff Fisher. "E' un giorno storico per la Nfl e per i Rams - ha detto il gm -. In un mondo così ricco di diversità siamo fieri di offrire a Michael la chance di costruirsi una carriera nella Nfl. La gente vuole fare delle preferenze sessuali di Sam un argomento di dibattito, ma questo a noi non interessa".

Con una nota diffusa dalla Casa Bianca, anche il presidente degli Usa Barack Obama ha voluto congratularsi con Michael Sam, i St. Louis Rams e la Nfl. "Dal mondo dello sport ai consigli di amministrazione - ha commentato Obama -, lesbiche, gay, bisessuali e transgender americani dimostrano ogni giorno che bisogna essere giudicati per ciò che si fa e non per ciò che si è". Oltre alla possibilità offertagli dai Rams, Michael Sam ha trovato anche uno sponsor personale, dato che la Visa, di cui diventerà testimonial, gli ha fatto firmare un contratto.

Tutti i siti Sky