26 settembre 2014

NFL fuori dal campo: questo football fa paura

print-icon
454

La violenza fuori dal campo: nella lega americana di football sono kolti i casi finiti alla ribalta della cronaca giudiziaria (Foto Getty)

INFOGRAFICA . Aggressione e violenza domestica i principali reati che dal 2000 hanno visto in manette decine di giocatori. Nel 2008 ben 17 misure cautelari. Tra condanne, assoluzioni e piani di recupero, è quello  di Jonathan Dwyer l'ultimo caso

di Alfredo Alberico

I numeri fanno rabbrividire. Perché se è vero che la violenza, sia essa consumata tra le mura domestiche oppure fuori da un pub, sembra turbare sempre meno un'assuefatta opinione pubblica, dall'altro i dati che stiamo per analizzare necessitano di una seria e ampia riflessione. Sono i casi, solo una parte in realtà, dei campioni dello sport americano finiti in manette. Quelli dai quali ti aspetti storie e gesta fantastiche, e invece... I numeri riportati nel grafico sottostante arrivano dall'archivio del quotidiano UT San Diego (nella sua versione on-line) e riguardano la sola National Football League. La parola archivio è già sufficiente a dare l'idea di un fenomeno assai diffuso anche nelle leghe di basket, baseball e hockey sul ghiaccio.

La vicenda Ray Rice
- Più sconvolgenti delle cifre sono le immagini pubbliate da Tmz.com relative a Ray Rice, running back dei Baltimore Ravens, che picchia selvaggiamente la compagna. L'episodio risale allo scorso febbraio e sul web il video ha rappresentato una vera e propria esplosione mediatica (sconsigliata la visione al pubblico più giovane).



L'ultimo caso: Jonathan Dwyer - Se da un lato non si può e non si deve cadere nel gioco del "generalizziamo", dall'altro è evidente che fuori dai campi di NFL, NBA, MLB e NHL, mensilmente si verifichino episodi di cronaca giudiziaria. Aggressione e violenza domestica dunque i principali reati che dal 2000 ad oggi hanno visto finire in manette decine di giocatori. Nel 2008 il picco con ben 17 misure cautelari scattate con queste accuse. Ma assai diffusi sono anche detenzione di cannabis, guida in stato d'ebrezza e rissa. Tra condanne, assoluzioni e piani di recupero, è quello di Jonathan Dwyer, altro running back ma in questo caso degli Arizona Cardinals, l'ultimo caso. Anche qui violenza contro la propria compagna. La squadra, come spesso avvenuto in circostanze simili, lo ha sospeso.


Jonathan Dwyer con la maglia degli Arizona Cardinals

Tutti i siti Sky