13 maggio 2015

Tutti in ansia per Bryan. Quanta sfiga, carriera finita?

print-icon

DUE DI FUORI . Se esistesse un premio per la sfortuna, lui sarebbe in lizza (da solo) per aggiudicarselo. Nel 2014 campione dei massimi a Wrestlemania 30, poi una serie d'infortuni. Ora, a un anno di distanza di un anno, la storia si ripete

Se ci fosse un premio per la sfortuna, Daniel Bryan sarebbe in lizza per vincerlo. Nel 2014 l’adrenalinico combattente riuscì a coronare il sogno della vita a WrestleMania 30 diventando campione del mondo dei pesi massimi WWE salvo poi dover rinunciare alla corona dopo poche settimane a causa di un grave infortunio al braccio e alla spalla.

E ora a un anno di distanza la storia sembra ripetersi: prestazione superlativa allo showcase degli immortali, titolo Intercontinentale in cassaforte e… ennesimo forfait della cintura, stavolta per una commozione cerebrale che potrebbe avere anche altre implicazioni. E le pure cifre statistiche non sembrano incoraggianti, anzi!
Le buone notizie arrivano dall’imminente apertura delle vendite dei biglietti per il tour che a novembre porterà gli eroi della WWE a Roma e a Bologna e già si fanno i primi nomi di chi dovrebbe esibirsi nel nostro paese. Su tutto ciò ecco nel video le opinioni e le info di Michele Posa e Luca Franchini nella rubrica “Due di Fuori”, l’unico web show che fa dell’intelligenza il suo punto debole!


Tutti i siti Sky