Ci dispiace, la pagina che cercavi non è stata trovata

Potresti aver digitato un indirizzo errato o quello di una pagina rimossa o spostata a un nuovo indirizzo

oppure torna alla Home Page

404 No resource found L'impianto sportivo Estadio Olimpico Engenhao a Rio 2016 | Sky Sport Sport: ultime notizie sportive e risultati in diretta | Sky Sport
  1. Altro
<![CDATA[Nagatomo, uova e farina per il 32° compleanno]]>https://sport.sky.it/calcio/altro/2018/09/12/nagatomo-galatarasary-come-inter-uova-farina-compleanno.htmlhttps://sport.sky.it/calcio/altro/2018/09/12/nagatomo-galatarasary-come-inter-uova-farina-compleanno.htmlcalciomercatoWed, 12 Sep 2018 19:33:00 +0200

Estadio Olimpico Engenhao a Rio 2016

Seleziona l'impianto
  • Stadio Estadio Olimpico Engenhao
  • Città RIO DE JANEIRO Brasile
  • Indirizzo RUA JOSE' DOS REIS - ENGENHO DE DENTRO
  • Nazione Brasile
  • Estadio Olimpico Engenhao
  • RIO DE JANEIRO
  • Lo Stadio Nilton Santos è un impianto polifunzionale inaugurato nel febbraio del 2006 in occasione dei Giochi Panamericani del 2007.
    La struttura, chiamata popolarmente Engenhao, poiché sita nell'omonimo quartiere di Rio, in realtà ufficialmente è denominata Stadio Nilton Santos, in onore del famosissimo calciatore brasiliano campione del mondo nel '58 e nel '62.
    La costruzione dell'Estadio Olimpico, iniziata nel 2003, è costata sei volte di più del budget preventivato e stanziato: ben 380.000.000 di real brasiliani.
    Il Nilton Santos, progettato dagli architetti Carlos Porto, Gilson Santos, Geraldo Lopes e José Raymundo Gomes Ferreira, che iniziarono le loro analisi nel '95, per alcuni anni è stato l'impianto sportivo più all'avanguardia e innovativo del Sudamerica.

    Nel marzo 2013, dopo soli 6 anni dall'apertura, lo Stadio è stato chiuso a causa di gravi problemi strutturali.
    Vistose crepe in alcune strutture portanti dell'impianto e la ruggine, dovuta alla salsedine dell'aria marina, presente su alcuni elementi in acciaio della copertura, hanno rischiato di far collassare parte dell'Engenhao.
    Solo l'intervento degli ingegneri dell'Università Cattolica di Rio, dopo due anni di lavori e numerosi rinvii, ha permesso la riapertura dell'impianto nel febbraio del 2015.
    La stabilità dell'edificio è stata garantita con l'implementazione di ben 34 torri portanti in acciaio.
    Oltre a questo delicato intervento la facciata dello stadio è stata completamente ammodernata.

    L'impianto, che inizialmente avrebbe dovuto essere una delle sedi del Mondiale di Calcio 2014, per le problematiche strutturali sopra descritte e per gli eccessivi costi di ristrutturazione, è stato escluso dalle sedi della kermesse calcistica. I lavori dell'Engenhao, quindi, sono stati rimandati in vista dei giochi Olimpici di Rio 2016.

    Abbandonata l'idea di ampliare la capienza dello stadio, che ora può accogliere un massimo di 45.000 spettatori, per ospitare la Cerimonia Inaugurale di Rio 2016, i lavori si sono concentrati sul rifacimento della nuova pista di atletica e sull'ammodernamento degli spazi di servizio destinati agli addetti ai lavori e al pubblico.

    La copertura, che si sviluppa per 34.000 metri quadrati e garantisce riparo a tutti i posti a sedere, con la costruzione di quattro archi sulla sua sommità, che ne garantiscono una migliore stabilità, richiama le linee architettoniche del'Estadio da Luz di Lisbona.

    Agli ingressi dell'Estadio Olimpico Engenhao sono stati costruiti nuovi blocchi commerciali, per un totale 3.650 metri quadrati, con negozi, spazi espositivi, sale gioco e diverse aree ristoro.

    All'ingresso principale, inoltre, sono stati posti due maxi schermi, tra i più grandi del Sudamerica, che trasmetteranno le immagini e i risultati dei Giochi Olimpici.

    Lo stadio, ben collegato e servito grazie alla fitta rete di mezzi pubblici, ha inoltre un parcheggio coperto con 1660 posti auto.

    Attualmente la struttura è gestita dal club calcistico Botafogo che qui disputa i suoi match di campionato.

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi