Giro d'Italia 2020



Il Giro

Cresce l’attesa per il Giro d’Italia 2020, in programma dal 3 al 25 ottobre. La prestigiosa corsa a tappe, straordinariamente spostata a inizio autunno a causa dell’emergenza sanitaria, si preannuncia altamente spettacolare e come sempre ricca di fascino. La Corsa Rosa partirà dalla Sicilia e arriverà a Milano dopo aver attraversato l’Italia da Sud a Nord, percorrendo alcune delle salite che hanno fatto la storia del ciclismo e mettendo sotto i riflettori alcuni dei territori più belli della nostra Nazione.

Il Giro d’Italia rappresenta un pezzo della cultura del Paese: non è soltanto un evento sportivo, ma è una cartolina di storia, geografica, paesaggistica, enogastronomica della nostra Nazione. Un vero e proprio biglietto da visita per le zone che lo ospitano, con visibilità in tutto il mondo. Quella che andrà in scena a inizio autunno sarà la 103ma edizione della kermesse, nata nel 1909 e interrotta soltanto durante i due conflitti bellici. Si tratta di una delle corse a tappe più prestigiose al mondo, insieme al Tour de France, e si snoda su tre settimane (21 tappe). Luigi Ganna è stato il primo vincitore, l’ultimo è invece l’ecuadoriano Richard Carapaz. L’ultimo italiano a imporsi è stato Vincenzo Nibali nel 2016 e lo Squalo, capitano della Trek-Segafredo e secondo l’anno scorso, cercherà di essere protagonista anche in questa occasione.

Le tappe

Quest'anno il giro si comporrà di 21 tappe per un totale di 3497,9 Km, in media 166,5 Km a tappa. Quest'anno il giro sarebbe dovuto partire da Budapest, capitale dell'Ungheria, ma a causa del Covid sarà un giro tutto italiano.

Il Giro è anche un viaggio nella nostra Italia, nei luoghi, nei territori e nei sapori che rendono il nostro paese una meta turistica famosa in tutto il mondo. Nella mappa interattiva qui sotto racconteremo le caratteristiche di ciascuna tappa, sia da un punto di vista tecnico che da un punto di vista culturale.

Video interviste

Ogni mattina prima della tappa ripercorriamo insieme le tappe più importanti del giro attraverso delle clip in cui l'ex ciclista Marco Velo racconterà le peculiarità e le difficoltà delle tappe. Fabio Tavelli seguirà la bike di Velo a bordo della vettura Toyota e intervisterà il ciclista per rivelare tutte le insidie della tappa.

03/10/2020 da Monreale a Cattedrale

04/10/2020 da ​Alcamo ad Agrigento

05/10/2020 da Enna all'Etna

06/10/2020 da Catania a Villafranca Tirrena

07/10/2020 da Mileto a Camigliatello Silano

14/10/2020 Umbria

15/10/2020 - Cesenatico

17/10/2020 - da Conegliano a Valdobbiadene

18/10/2020 - da Rivolto a Piancavallo

20/10/2020 - da Udine a San Daniele del Friuli

21/10/2020 - da Bassano del Grappa a Madonna di Campiglio

22/10/2020 - da Pinzolo ai Laghi di Cancano (parco nazionale dello Stelvio)

24/10/2020 - da Alba al Sestriere

25/10/2020 - Da Cernusco a Milano

25/10/2020 - Finale, ultimo giro

Toyota al Giro d’Italia: auto ufficiale della Corsa Rosa

Anche per la sua 103ma edizione, il Giro d’Italia rimane a bordo delle Toyota. Le vetture della casa automobilistica giapponese saranno infatti le auto ufficiali della manifestazione e di tutte le altre corse organizzate da RCS Sport nel biennio 2021-2022. Toyota ha messo a disposizione una flotta di 43 vetture: 37 RAV4 e 6 Corolla Touring Sports, tutte equipaggiate con l’ultima evoluzione della tecnologia Full Hybrid Electric, capace di coniugare al meglio le prestazioni con alta efficienza energetica ed emissioni di climalteranti ed inquinanti estremamente ridotte. L’anno scorso, su oltre 160.000 chilometri percorsi, le vetture hanno in viaggiato in modalità ZEV, zero emissioni, per oltre il 50% del tempo.

Nuova Yaris Hybrid: la nuova protagonista del Giro d’Italia e della WeHybrid Race.

Alla Corsa Rosa non vedremo soltanto la flotta di 43 vetture in strada, ma anche la nuovissima Toyota Yaris Hybrid. La vettura sarà infatti esposta nei villaggi di partenza e all’arrivo delle ventuno tappe, permettendo così ai protagonisti della corsa e anche al pubblico di ammirarla dal vivo. Proprio la nuova Yaris sarà protagonista della WeHybrid Race: gli ambassador di Toyota si sfideranno in alcune tappe del Giro d’Italia a bordo del miglior ibrido di sempre, cercando di percorre la maggiore distanza in modalità elettrica grazie anche ai consigli dell’Hybrid Coach, una tecnologia che aiuta a migliorare il proprio stile di guida. Tutto sarà monitorato tramite l'app MyT, che permetterà di visualizzare la percentuale di tempo e di spazio percorso in elettrico.

Il programma WeHybrid

Toyota ha sviluppato la tecnologica Full Hybrid, vendendo 15 milioni di automobili Ibride Toyota e Lexus, di cui oltre 300.000 in Italia. Il programma WeHybrid, dedicato ai possessori di Nuova Yaris Hybrid, si prefigge l’obiettivo di favorire una mobilità sostenibile a zero emissioni, dove il principale protagonista è proprio il cliente che utilizza la vettura che si assicura una serie i vantaggi diretti (riduzione del costo di possesso) e di benefici indiretti (accesso ai servizi di mobilità integrata). Con Nuova Yaris “l’estetica” incontra la “tecnica”, e tutto diventa possibile:

  • Un design dinamico e distintivo, con dimensioni compatte (sotto i 4 metri)
  • Tecnologica ibrida di quarta generazione, che assicura fino a 35,7 chilometri con un litro, zero emissioni e capacità di veleggiare fino a 130 km/h in modalità elettrica
  • Natività digitale e sistemi avanzati di connettività.
  • Un completo e avanzato sistema di sicurezza attiva e passiva, con la funzione di assistenza alle intersezioni stradali e un airbag centrale progettato per proteggere in caso di impatto laterale
  • La presenza dell’Hybrid Coach, disponibile sull’app MyT, che monitora le performance in EV e consiglia come ottimizzarle, riducendo così consumi ed emissioni.

WeHybrid Insurance offre una copertura RCA completa e il cliente non paga i km percorsi in modalità elettrica: il premio dipende infatti esclusivamente dal chilometraggio percorso con il motore termico acceso.

WeHybrid Service permette di ridurre il costo dei tagliandi, quanto più alta sarà la percentuale distanza percorsa in elettrico. Ciò perchè elevate percorrenze in EV riducono anche l’usura di molti componenti della vettura e di conseguenza il costo della manutenzione.

WeHybrid Challenge, dedicato esclusivamente ai clienti che hanno prenotato la Nuova Yaris Hybrid in anteprima, permetterà di accumulare dei “Toyota Green Credits” in base alla percentuale di percorrenza in elettrico. I credits saranno poi convertibili in un voucher da spendere su KINTO Go, la piattaforma di mobilità integrata di Toyota, per acquistare biglietti di eventi, treni, metro o taxi.

Giro E

In un mondo sempre più attento alla salvaguardia dell’ambiente, è ormai diventato fondamentale inquinare il meno possibile. Proprio per questo motivo le biciclette elettriche hanno sempre più successo e permettono infatti di muoversi liberamente, senza faticare più di tanto e senza inquinare.

Sulle stesse strade del Giro d’Italia si correrà il Giro-E, una corsa a tappe riservata proprio a questa tipologia di biciclette e ormai giunta alla sua terza edizione. Sono in programma 20 frazioni dal 4 al 25 ottobre, ricalcando fedelmente il percorso originale della Corsa Rosa, anche se i chilometri saranno meno della metà (1500 km, per la prima volta verranno disputate anche alcune frazioni a cronometro). Il Giro-E permetterà a tutti di vivere le stesse emozioni dei professionisti sui percorsi affrontati dai protagonisti del “vero” Giro d’Italia.

Saranno al via sette squadre, ognuno con un capitano e vicecapitano che saranno presenti a tutte le frazioni, mentre gli ospiti cambieranno giorno dopo giorno. Il team Toyota sarà capitanato Patrick Martini, ex ciclista professionista e conduttore di Salite da Incubo in onda su Sky, mentre Elisa Scarlatta e Daniele Colli si alterneranno in veste di vice capitani. Al via anche grandi icone del ciclismo del passato come Moreno Moser (Italia agenzia nazionale turismo), Gilberto Simoni (Fondazione Michele Scarponi) e Max Lelli (Rcs Sport-Jgmf Eu-Pharma). L’evento non sarà agonistico, ma verranno messe in palio ben sei maglie: viola (classifica generale), arancione (regolarità), blu (giovani), rossa (sprint al traguardo), nera (master), azzurra (prova speciale). Non mancheranno i grandi tapponi con arrivo sull’Etna, a Madonna di Campiglio (con lo Stelvio) e il Sestriere, oltre alle prove contro il tempo di Valdobbiadene e Milano.