21 marzo 2017

ATP Miami, 5 motivi per seguirlo

print-icon
mia

Miami Open (Foto Getty)

Dalla rivalità Federer-Nadal all'utilizzo dell'occhio di falco. Non mancano di certo i motivi per seguire il secondo Masters 1000 dell'anno (diretta da mercoledì alle 16.00 su Sky Sport 2 e Sky Sport 3)

Neanche il tempo di festeggiare Indian Wells ed è già tempo di proiettarsi sul torneo di Miami, secondo Masters 1000 dell’anno. Mancheranno Murray e Djokovic per infortunio, ma c'è Roger federer desideroso di proseguire il momento magico dopo i successi in Australia e California. Miami non è un posto come gli altri e anche il suo torneo di tennis è speciale. Perché? Ecco 5 buoni motivi:

1) Miami ha dato il via alla rivalità tra Nadal e Federer
Nel torneo del 2004 ci fu la prima sfida di quella che sarebbe poi diventata un'eterna e leggendaria rivalità sul campo. Il numero 32 del seeding, Rafa Nadal, sconfisse il numero 1 Roger Federer 6-3, 6-3 nel 3° turno, e il match divenne subito un grande classico. Nadal guida il confronto con un record di 23 vittorie e 13 sconfitte.

2) Il primo torneo a offrire gli stessi soldi a uomini e donne
Nel corso dell'evento inaugurale del 1985 fu proposto lo stesso premio in denaro per uomini e donne, per un totale di 750 mila dollari. Divenne così il primo torneo fuori dai grandi Slam a offrire lo stesso premio in denaro. Oggi offre più di 7 milioni a ciascuna categoria.

3) Il primo Tour Event a utilizzare l'"occhio di falco"
Creato originariamente per il cricket, il torneo del 2006 divenne il primo Tour Event del tennis a usare il rivoluzionario sistema, che permetteva ai giocatori, grazie alla grande precisione delle telecamere nell'individuare il movimento delle palline, di rischiare il colpo lungo linea con massima accuratezza

4) Soprannominato "Wimbledon d'inverno" dal fondatore Butch Buchholz
Nel 1980 un membro della Hall of Fame Internazionale del tennis, Buchholz, dopo il suo ritiro da giocatore, collaborò con un dirigente della Thomas J. Lipton Company, e supportò l'idea di creare un nuovo torneo. Soprannominato "Wimbledon d'inverno", doveva diventare il primo più importante torneo dell'anno, ma gli Australian Open furono poi definitivamente spostati a gennaio nel 1987.

1) Il torneo genera un impatto economico di 386 milioni di dollari ogni anno
Oltre 300 mila persone seguono l'evento. Sono dati quattro volte superiori di quelli che seguirono il 51° Super Bowl. L'Open di Miami avrà una copertura globale televisiva di oltre 14 mila ore in più di 150 Paesi.

WIMBLEDON 2017, TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Tutti i siti Sky