Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
07 luglio 2017

Wimbledon 2017, Fognini-Murray: vince lo scozzese in quattro set

print-icon

Nella quinta giornata dello Slam inglese l'azzurro è stato eliminato dal numero 1 del mondo, che ha ceduto il secondo set e rimontato in quello decisivo dove Fognini si era portato avanti 5-2. Negli ottavi di finale affronterà Paire

RIVIVI LE EMOZIONI DELLA PARTITA

Per la settima sfida Andy Murray e Fabio Fognini non potevano scegliere teatro migliore: i due si sono dati appuntamento sul Centrale di Wimbledon nel terzo turno dei Championships. Il numero 1 del mondo e il numero 1 d'Italia a duello per la prima volta sull'erba. Lo scozzese al di là della classifica è partito da favorito come campione uscente di Wimbledon. E il pronostico è stato rispettato: in quattro set (6-2, 4-6, 6-1, 7-5) si è guadagnato l'accesso agli ottavi, dove affronterà il francese Paire.

Il servizio arma decisiva

Grandi colpi seguiti da troppi errori gratuiti hanno precluso l'impresa a Fabio Fognini, che per lunghi tratti del match ha giocato alla pari contro Murray, gli ha strappato un set (il secondo, 6-4) e firmato i punti più belli, lasciando spesso allo scozzese il ruolo di comparsa.

Troppo nervoso in avvio, Fognini ha permesso allo scozzese di scappare dopo aver conquistato il primo break, chiudendo nel peggiore dei modi (con tre doppi falli consecutivi) il game che è valso il 6-2 a Murray. Nel secondo set il detentore di Wimbledon ha accorciato i colpi e concesso i primi errori gratuiti: Fognini si è fatto trovare pronto, con tanto di autentiche prodezze (soprattutto a rete) con cui illuminare il Centrale. Murray ha svolto il compito diligentemente nel terzo set, senza fare niente di speciale se non aggredire col servizio e mantenere lucidità nei punti più delicati. Si è arrivati così al momento chiave dell'incontro, durato quasi tre ore: il quarto set. In vantaggio 5-2, l'azzurro ha avuto cinque set point per portare la situazione in parità. A cancellarli sono stati il servizio e la forza mentale di Murray, che ha infilato cinque giochi consecutivi, prima di chiudere in bellezza con un ace. Negli ottavi lunedì sfiderà il 28enne francese Benoit Paire, n.46 del mondo, che ha sconfitto Jerzy Janowicz in tre set (6-2, 7-6, 6-3).

Fuori a testa alta

Fognini: "Alla pari con il numero 1"

Amareggiato ma anche felice, estremi sentimenti dopo un match di vertiginosi alti e bassi: Fabio Fognini saluta Wimbledon, ma la delusione è accompagnata dalla soddisfazione. "Sono molto felice del livello del mio tennis, ho giocato una partita alla pari con il numero uno, anzi per lunghi tratti ho giocato meglio di lui. Soprattutto nel quarto set avevo più opzioni di Murray, che era ormai aggrappato agli specchi. Riparto da Londra amareggiato, anzi arrabbiato per la sconfitta. Ma anche molto contento perchè contro il detentore del titolo ho fatto match alla pari. Ho cercato fin da subito di fare qualcosa di più, essere più aggressivo, guadagnarmi i punti. Rimpianti? Se avessi portato il match al quinto set sarebbe potuto succedere qualsiasi cosa, ma con il senno di poi non si va da nessun parte...".


Wimbledon 2017, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi