Afghanistan, FIFA: 57 persone legate allo sport evacuate in Qatar

afghanistan
fifa_logo_sede_zurigo_ipa

E' il secondo gruppo di rifugiati legati al mondo dello sport che lascia il Paese con l'aiuto della federazione internazionale, dopo la presa del potere da parte dei talebani. Il presidente Infantino ha chiesto a tutti i governi 'amici' di dare un aiuto nella concessione dei permessi di soggiorno agli sfollati

Dopo una serie di "complesse trattative", la FIFA in una nota conferma l'evacuazione dall'Afghanistan al Qatar di un secondo gruppo di rifugiati legati al calcio e al basket femminile. Un totale di 57 persone, per lo più donne e bambini, sono atterrate in sicurezza a Doha ieri, mercoledì 20 ottobre, su un volo charter della Qatar Airways. Il 14 ottobre FIFA e Qatar avevano evacuato con successo quasi 100 membri della Federcalcio afghana, comprese le giocatrici. "La FIFA desidera esprimere i suoi sinceri ringraziamenti al governo del Qatar per il suo sostegno nel facilitare ampie discussioni e garantire il passaggio sicuro di queste persone, ritenute a maggior rischio" aggiunge la nota. Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha dichiarato: "Vorremmo esprimere i nostri sinceri ringraziamenti sia all'Emiro del Qatar, Sua Altezza lo sceicco Tamim bin Hamad Al Thani, sia al Primo Ministro dell'Albania, Edi Rama, per averci aiutato in questa missione umanitaria e per tutta la loro assistenza nel ricollocare in sicurezza questi membri della comunità calcistica in circostanze così difficili. Chiedo anche a tutti i nostri amici nei governi e nella comunità calcistica di tutto il mondo di aiutarci a ottenere permessi di soggiorno e visti per gli sfollati in modo che possano iniziare una nuova vita in circostanze sicure e protette".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche