Please select your default edition
Your default site has been set

DeMarcus Cousins, cadono le accuse di violenza domestica contro di lui

NBA
SAN ANTONIO, TX - NOVEMBER 3: DeMarcus Cousins #15 of the Los Angeles Lakers looks on during a game against the San Antonio Spurs on November 3, 2019 at the Toyota Center in San Antonio, Texas. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. Mandatory Copyright Notice: Copyright 2019 NBAE (Photo by Bill Baptist/NBAE via Getty Images)

Lo scorso agosto era stato emesso un mandato di arresto contro il centro dei Los Angeles Lakers DeMarcus Cousins per minacce nei confronti della ex fidanzata. Queste accuse sono ora cadute, come annunciato dall’avvocato del giocatore Moshae Donald a ESPN

Un po’ di pace per DeMarcus Cousins. Il centro dei Los Angeles Lakers, fuori probabilmente per tutta la stagione dopo la rottura del legamento crociato dello scorso Ferragosto, è stato prosciolto dalle accuse di molestie e di violenza domestica nei confronti della ex fidanzata Christy West, per la quale era stato emesso anche un mandato di arresto a Mobile, in Alabama, lo scorso agosto. Le accuse erano state formalizzate dopo la diffusione di vari audio nei quali il centro dei Lakers minacciava l’ex fidanzata, rea di non aver permesso a loro figlio di sette anni di partecipare al matrimonio di Cousins con un’altra donna. Ora quelle accuse sono cadute, come annunciato dall’avvocato del giocatore Moshae Donald a ESPN, ma la NBA potrebbe comunque multare o sospendere il giocatore secondo il proprio regolamento sulle violenze domestiche – anche in assenza di accuse a livello giudiziario. Il giocatore non ha partecipato alla trasferta della squadra contro gli Oklahoma City Thunder per seguire le sue vicende giudiziarie in Alabama, ma rimane comunque coinvolto nelle attività del gruppo per espressa volontà di coach Frank Vogel: “Sappiamo quanto possa essere duro l’aspetto mentale di ogni recupero, perciò cerchiamo di tenere gli infortunati sempre coinvolti. Vogliamo che ci siano in tutte le sessioni video e negli allenamenti, e abbiamo attivamente fatto in modo che fosse sempre così”.

NBA: SCELTI PER TE