Bertolaso positivo al coronavirus: “Vincerò anche questa battaglia”

LOMBARDIA
©Ansa
bertolaso_coronavirus_ansa

Il consulente della Regione Lombardia per la lotta al coronavirus ha annunciato con un post su Facebook di essere risultato positivo al covid-19: "Ho qualche linea di febbre ma nessun altro sintomo al momento. Sia io, sia i miei collaboratori siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena. Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò quelli nelle Marche"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

La notizia l’ha data lui stesso con un post pubblicato dalla sua pagina Facebook attorno alle 12:30. Il consulente della Regione Lombardia Guido Bertolaso è risultato positivo al covid-19. “Quando ho accettato questo incarico sapevo quali fossero i rischi a cui andavo incontro, ma non potevo non rispondere alla chiamata per il mio Paese. Ho qualche linea di febbre e nessun altro sintomo al momento”. Sia lui, sia i suoi collaboratori ora sono in isolamento: “Rispetteremo il periodo di quarantena – ha aggiunto, prima di spiegare – continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò quelli nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia”.

Bertolaso, incarico lo scorso 14 marzo e il video di domenica

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana aveva annunciato lo scorso 14 marzo di aver affidato all’ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso l’incarico di “consulente personale” per la costruzione di un ospedale dedicato ai pazienti positivi al covid-19 al Portello, presso le strutture della Fondazione Fiera di Milano. I lavori procedono a ritmo incessante tanto che, soltanto due giorni fa (domenica), lo stesso Bertolaso ne aveva illustrato gli step con un video pubblicato sugli account social della Regione Lombardia: “Entro la fine della prossima settimana siamo ottimisti nell’immaginare l’apertura dei primi quattro moduli di questo grande centro di rianimazione che poi andrà avanti nelle sue realizzazioni fino ad arrivare a oltre 200-250 letti di rianimazione, di terapia intensiva, terapia subintensiva. Sarà una grande struttura con tutti i servizi diagnostici per un centro di questo livello”.

La realizzazione di 100 posti di terapia intensiva ad Ancona

Lo stesso Guido Bertolaso è impegnato nella realizzazione ad Ancona, in 10 giorni, di un grande centro, da circa 100 posti di terapia intensiva e rianimazione, per pazienti Covid-19: l'idea è di replicare il progetto della Fiera di Milano dentro a un traghetto o al Palaindoor. La Regione Marche e gli Ospedali Riuniti di Ancona hanno infatti chiesto una mano proprio al medico esperto di emergenze. “Questa è la mia terra, sto dando una mano dove me lo chiedono – aveva dichiarato Bertolaso all’arrivo ad Ancona - figuriamoci se non vado nelle Marche”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche