Coronavirus, nuovo decreto e sport: stop agli allenamenti fino al 13 aprile

Altro

Misure restrittive prorogate fino al 13 aprile. Nel nuovo Dpcm introdotte norme per gli atleti, professionisti e non: "Stop agli allenamenti". Il premier Conte ha chiarito in conferenza la questione della passeggiata genitore-figlio

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Il premier Giuseppe Conte è tornato a parlare al Paese, annunciando che con il nuovo decreto, in vigore il 4 aprile, verrà prolungata fino al 13 aprile la quarantena dovuta alla pandemia di coronavirus: "Non siamo nella condizione di allentare le misure e risparmiare ai cittadini i sacrifici. Si iniziano a vedere gli effetti positivi di ciò che abbiamo fatto, per questo ho firmato il nuovo Dpcm che ha validità fino al 13 aprile". 

Stop agli allenamenti

Il Dpcm, prevede novità per gli atleti (a piè pagina l'estratto del decreto). Da un lato è confermato il divieto di eventi e competizioni sportive in luoghi pubblici o privati, dall'altro viene introdotto lo stop alle "sedute di allenamento dei professionisti e non, all'interno degli impianti sportivi di ogni tipo".

La  passeggiata genitore-figlio

"Non abbiamo autorizzato l'ora di passeggio con i bambini: c'è stata una circolare interpretativa del Viminale, non vuol dire che è lecito andarsi a fare una passeggiata con il figlio. Semplicemente se un genitore va a fare la spesa, è consentito l'accompagnamento di un bambino". Così Conte, in conferenza, ha risposto alla domanda sulla questione della passeggiata genitore-figlio che ha tenuto banco nelle ultime ore,

Dpcm

I più letti