Sean Connery, morto a 90 anni lo storico 007: vinse l'Oscar nel 1988

LUTTO

L'attore scozzese aveva festeggiato 90 anni ad agosto. Divenuto popolare per aver prestato il volto a James Bond, vinse un Premio Oscar da attore non protagonista nel 1988 per "Gli Intoccabili"

FOTO. SEAN CONNERY E IL CALCIO: DALLA PASSIONE PER GATTUSO A DINHO

Sean Connery, vera e propria leggenda del cinema per tantissime generazioni è morto oggi a 90 anni. L’attore scozzese, divenuto popolare per aver prestato il suo volto a James Bond, comparendo in sette dei film della saga nata dalla penna dello scrittore britannico Ian Fleming nel 1953. La sua carriera di attore ha attraversato i decenni attraendo tutti con lo stesso interesse per incredibili rappresentazioni come “Caccia a ottobre rosso”, “Indiana Jones e l’ultima crociata, “The Rock”. Senza dimenticare la sua vittoria del Premio Oscar nel 1988 come attore non protagonista ne “Gli intoccabili” a fianco di Kevin Costner e Robert De Niro. Ad agosto aveva compiuto 90 anni. Secondo quanto riporta Variety News, che cita fonti vicine alla famiglia, Connery sarebbe morto nel sonno mentre si trovava alle Bahamas, dopo aver combattuto una lunga malattia.

Tifoso e vicepresidente dei Rangers, si oppose alla cessione di Gattuso

Grandissimo tifoso dei Rangers, di cui era stato anche vicepresidente, Connery era anche un appassionato di tennis (non era insolito trovarlo in tribuna nei grandi eventi del circuito Atp) e golf. Qualche anno fa, in un’intervista da Daria Bignardi, Gennaro Gattuso (che ai Rangers ha giocato), rivelò: “Quando decisi di andare via, alla mia cessione si oppose il vicepresidente del club, Sean Connery”. 

Connery e Ronaldinho

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche