Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 dicembre 2016

Candreva gol, Sassuolo ko. L'Europa è più vicina

print-icon

I nerazzurri tornano a vincere in trasferta dopo quasi tre mesi e accorciano le distanze dalla zona Europa League. Dietro, però, rischiano di prendere gol in almeno due occasioni da Defrel e Sensi. Nel finale espulso Melo

SASSUOLO-INTER 0-1

47 Candreva

Cronaca e tabellino del match  Le pagelle

Alla vigilia, Stefano Pioli aveva chiesto un cambio di passo anche in trasferta. L’Inter l’ha subito ascoltato. Un gol di Candreva al 47’ ha regalato ai nerazzurri la vittoria sul Sassuolo nel lunch match della 17.a giornata di Serie A. Grazie ai tre punti, Icardi e compagni scavalcano momentaneamente Fiorentina e Torino e accorciano sulla zona Europa. Dopo un buon primo tempo, pieno di occasioni da gol (su tutte il palo di Candreva), ma con i soliti rischi presi in contropiede, i nerazzurri hanno sbloccato il risultato nella ripresa. Nel complesso, una prova di sostanza e aggressività. Dietro, però, c’è ancora qualcosa da migliorare. I rischi sono stati davvero tanti. Una gran parte di questa vittoria è anche di Handanovic. Nonostante le tantissime assenze per infortuni, infatti, la squadra di Di Francesco ha avuto almeno due enormi occasioni per segnare. Al 34’ Defrel ha chiamato il portiere nerazzurro al miracolo. Sempre la saracinesca dell’Inter, ha evitato al 63’ la rete del pareggio con una respinta su un tiro ravvicinato di Sensi. Il segnale però è positivo: per la prima volta in questo campionato, la difesa di Pioli non concede gol agli avversari per due gare di fila.

 

Le scelte - Pioli conferma le novità delle ultime gare. Difesa a tre (con D’Ambrosio, Miranda e Murillo), Melo a dare equilibrio a centrocampo accanto a Brozovic. Candreva e Ansaldi sulle fasce, Joao Mario nel tridente d’attacco con Perisic e Icardi. In campo non c’è invece Banega. Al momento, l’allenatore nerazzurro ha confermato di non vederlo insieme con il portoghese. Se ne riparlerà. Nonostante le poche scelte a propria disposizione, dal suo canto, Di Francesco ripropone il classico 4-3-3. Con Acerbi e Antei, in difesa ci sono Lirola e Dell’Orco. A centrocampo Sensi torna nel suo ruolo naturale, davanti alla difesa, con Mazzitelli e Pellegrini ai suoi fianchi. In attacco, con Defrel ci sono Ragusa e Ricci.
 

Candreva super - Nel primo tempo, i nerazzurri confermano i progressi visti contro il Genoa. Il cambio di modulo, rispetto al 4-2-3-1 di inizio stagione, sembra aver dato un maggiore equilibrio alla squadra di Pioli. L’ex laziale Candreva è da subito il più in palla. Al 12’ si fa già notare dalla distanza: sul suo tiro però Consigli fa buona guardia. Cinque minuti e colpisce il sesto palo stagionale per i nerazzurri , dopo una deviazione. L’Inter sembra avere in mano la gara. Il Sassuolo in contropiede però ci sa fare. Al 27', dopo un cross di Ricci, Ragusa non inquadra la porta. La partita è piacevole, i cambi di fronte sono continui. Subito dopo, ancora Candreva regala uno splendido cross a Icardi: il capitano nerazzurro sfiora il vantaggio, di testa. Le palle-gol continuano nel finale di tempo: al 34’ Sensi serve Defrel, fermato solo da un grandissimo intervento di Handanovic. Un minuto dopo, ancora Inter: Candreva stavolta serve Perisic: sul suo tiro a botta sicura, Consigli si supera e salva il risultato.

Candreva la sblocca - A inizio ripresa, la miglior giocata di Joao Mario accende l’Inter. E’ il 47’, quando il portoghese tira dal limite dell’area, Consigli non trattiene, Icardi serve Candreva (quinto assist stagionale), e l’ex laziale insacca. Di Francesco si sbraccia, le prova tutte. Dentro una formazione super-offensiva: dal 60’ Missiroli per Pellegrini e Matri per Ricci. Poi Iemmello per Mazzitelli. Al 63’ un gran tiro ravvicinato di Sensi (tornato a fare la mezz’ala dopo i primi due cambi) chiama Handanovic a un altro intervento prodigioso. Il Sassuolo preme, tantissimo. L’Inter non riesce a ripartire e preoccupa Pioli nel finale. All’85’ brivido per i nerazzurri: cross basso di Ragusa, Miranda spazza ma colpisce Iemmello: la palla finisce fuori. Poi Perisic ha due volte la palla del ko in contropiede: Consigli salva. Entra Gabigol al 91', e si fa ammonire un minuto dopo per un'ingenuità. Un fallo inutile di Melo lascia l'Inter in 10 nel finale. Il risultato però non cambia più. L’Inter vince anche in trasferta (nelle ultime cinque, un solo punto) e risale la classifica. Per la vera rimonta sulle posizioni che contano, però, occorrerà far meglio.