Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LeBron James dice la sua sullo scandalo MLB: "Sarei infuriato: urgente rimediare"

NBA
©Getty

Dura presa di posizione della superstar dei Los Angeles Lakers sul modo in cui il commissioner MLB ha gestito lo scandalo che ha coinvolto gli Houston Astros, trovati colpevoli di aver "barato" durante la stagione 2017, conclusa con la loro vittoria alle World Serie. "Rob Manfred deve fare qualcosa, per il bene dello sport"

Uno scandalo di enormi dimensioni sta investendo nelle ultime settimane il mondo del baseball, con gli Houston Astros al centro di accesissime polemiche: a seguito di un’investigazione effettuata da parte della MLB, è difatti stato confermato che la squadra texana – prima nel corso della stagione 2017 (culminata poi con il titolo delle World Series) e poi anche in quella successiva – ha utilizzato un sistema di telecamere vietate utilizzate per “rubare” i segnali effettuati da manager e giocatori avversari, avvantaggiandosi così in maniera illecita sul resto delle squadre. Nonostante le gravissime (e confermate) accuse, il commissioner MLB Rob Manfred non ha ritenuto opportuno né punire i giocatori degli Astros (sono stati soltanto sospesi fino al 2020 il general manager e il manager, poi prontamente licenziati dalla proprietà), né pensare di revocare il titolo alla squadra, limitandosi a infliggere una multa di cinque milioni di dollari e privare la franchigia di quattro scelte future). Un provvedimento da tutti ritenuto troppo leggero, e a pensarla così è anche LeBron James, che da uomo di sport – “Lo, non gioco a baseball ma vivo nel mondo sportivo”, ha dichiarato la supestar dei Lakers per giustificare il suo intervento pubblico – si è detto “infuriato” per lo scandalo che investito il mondo del baseball. “Se scoprissi che qualcuno ha barato per vincere sarei assolutamente infuriato – e per infuriato intendo che probabilmente non riuscirei a controllarmi per le cose che potrei fare”, ha scritto James in un doppio post dal suo account Twitter. “Chiedo al commissioner MLB di stare a sentire le ragioni dei giocatori, su quanto sono disgustati, arrabbiati, delusi e distrutti per quello che è successo. La palla è nel tuo campo: spetta a te rimediare a questo guaio, per il bene dello sport!”. E non è detto che quando a mettere ulteriore pressione sulle spalle di Manfred sia uno dei campioni più ascoltati di tutto il mondo, qualcosa non possa davvero cambiare. 

NBA: SCELTI PER TE