Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, James Harden via da Houston? "Non succederà in questa off-season"

MERCATO NBA
©Getty

Gli addii di Mike D’Antoni e Daryl Morey uniti all’eliminazione al secondo turno di playoff hanno acceso le voci su un possibile addio di James Harden ai Rockets. Secondo il giornalista di Houston Jonathan Feigen, però, non succederà quest’anno: "Lo stanno tenendo informato su tutto, non lo farebbero se volessero cederlo"

Una delle squadre più attese a muoversi sul mercato sono gli Houston Rockets, che si trovano in una situazione decisamente intricata. Dopo che l’all-in sulla strutturazione ultra-small senza lunghi in campo non ha funzionato ai playoff, venendo agilmente eliminati dai Los Angeles Lakers in cinque partite, sia l’allenatore Mike D’Antoni che il General Manager Daryl Morey hanno deciso di lasciare la franchigia. Il proprietario Tilman Fertitta ha scelto per la soluzione interna per quanto riguarda la dirigenza, mentre per la panchina — una volta sfumato Tyronn Lue, rimasto agli L.A. Clippers — i tre finalisti sono l’assistente John Lucas (la soluzione preferita dallo spogliatoio), Stephen Silas e Jeff Van Gundy. La vera domanda, però, è un’altra: i Rockets vogliono continuare a competere per il titolo o fare un passo indietro? Questa squadra per come è strutturata può vincere l’anello oppure, considerando anche le difficoltà economiche del proprietario a seguito della pandemia e l'alto monte salari, potrebbero considerare di tirare i remi in barca e cominciare una ricostruzione, che comincerebbe cedendo i migliori giocatori - a partire da James Harden?

Harden al centro del progetto: "È informato su tutto"

approfondimento

Le 5 trade che potrebbero rivoluzionare la NBA

Se le voci di uno scambio per spedire Russell Westbrook a New York sono già cominciate a circolare, quello che davvero interessa ai tifosi della franchigia texana è il futuro di James Harden. L’MVP del 2018 ha due anni di contratto più un’opzione a suo favore per il 2022-23, e considerando che è ancora al picco della sua carriera, cederlo adesso potrebbe essere una soluzione con un senso quantomeno dal punto di vista del valore di mercato, piuttosto che tra un anno con la concreta possibilità che diventi free agent nel 2022 se la destinazione non fosse di suo gradimento. Per il momento, però, i Rockets non stanno nemmeno considerando la possibilità che venga ceduto: “L’opzione di far saltare tutto per aria non è per questa off-season” ha detto il giornalista dello Houston Chronicle Jonathan Feigen, solitamente molto informato sulle questioni dei Rockets. “Il motivo per cui sono abbastanza sicuro di questo è che James Harden è coinvolto ed informato di ogni decisione e considerazione sul prossimo allenatore. E non avrebbe senso coinvolgerlo se il piano fosse quello di spedirlo da qualche parte”. Feigen ha anche detto che sia Harden che Westbrook spingono per avere John Lucas come capo-allenatore, ma la domanda è se i Rockets cambieranno stile di gioco dopo aver seguito i dettami del “Morey Ball” oppure se proseguiranno nel solco degli ultimi anni dell’era D’Antoni, visto che comunque le vittorie in regular season non sono mancate. In ogni caso, Harden dovrebbe essere ancora al centro del progetto — almeno per la stagione 2020-21, poi si vedrà.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche