Please select your default edition
Your default site has been set

All-Star Game NBA 2021: programma, calendario e orari

all-star game

Ad Atlanta è tutto pronto per il 70° All-Star Game NBA, condensato in un'unica notte per far fronte alla pandemia. Si comincia questa notte alle 00.30 con gli eventi di contorno, mentre alle 2.00 si gioca la partita delle stelle tra Team LeBron e Team Durant - tutto da seguire in diretta su Sky Sport

Anche in un contesto difficilissimo come quello della pandemia, la NBA non rinuncia ai suoi appuntamenti imprescindibili e celebra le sue stelle con l’All-Star Game. Archiviata la prima parte della regular season NBA, l’intera lega si ferma per qualche giorno e propone le sue eccellenze sul parquet della State Farm Arena di Atlanta. Un calendario ridotto a un solo giorno rispetto ai classici tre del weekend delle stelle, ma con la stessa voglia di celebrare la pallacanestro, per dare spettacolo, per divertire e al tempo stesso rendere omaggio a chi ha lasciato un segno indelebile, come le università afro-americane della Historical Black Colleges and Universities (celebrate con il campo speciale realizzato con gli studenti delle scuole) e i lavoratori in prima linea contro la pandemia (presenti in 1.500 su invito sugli spalti, ovviamente rispettando il distanziamento sociale).

Quali sono gli appuntamenti da non perdere sui canali Sky Sport?

I classici appuntamenti del weekend delle stelle verranno realizzati tutti nella notte tra domenica 7 e lunedì 8 marzo a partire da mezzanotte e mezza, con una maratona di cinque ore da seguire tutta su Sky Sport Uno e Sky Sport NBA. Si comincia con lo Skills Challenge e la gara del tiro da tre punti (commento di Mauro Bevacqua e Matteo Soragna), passando poi alla palla a due della gara delle stelle a partire dalle 2.00 (telecronaca di Flavio Tranquillo e Davide Pessina). All’intervallo dell’All-Star Game — attorno alle 3.30 del mattino in Italia — si terrà la gara delle schiacciate (sempre con il commento Bevacqua-Soragna).

Come avviene la selezione degli All-Star? E la composizione delle squadre?

approfondimento

LeBron vs. Durant: le squadre scelte per l'ASG

La selezione si divide in più parti: le votazioni dei tifosi su Internet hanno contribuito per il 50% a definire i due quintetti titolari assieme alle indicazioni di giornalisti (che contano per il 25%) e quelle degli stessi giocatori (25%). Dopo aver chiuso le votazioni, vengono indicati i due capitani – il giocatore di ogni Conference che ha ricevuto più voti dai tifosi. Sono loro due a “fare le squadre” in un meccanismo di scelta alternata come se si fosse al campetto: svelati i nomi delle 14 riserve – indicate dal voto degli allenatori – sono stati chiamati uno alla volta in maniera alternata da LeBron James e Kevin Durant in uno show televisivo.

Come è cambiato il format dell’All-Star Game?

Sono state confermate le modifiche già implementate lo scorso anno con il cosiddetto “Elam Ending”. Le due squadre giocheranno i primi tre quarti da 12 minuti riportando a zero al termine di ogni frazione il conto dei punti. Praticamente come fossero tre partitelle d’allenamento diverse: vince chi ne fa di più in quel lasso di tempo, conquistando poi l’occasione di decidere a chi assegnare il montepremi da usare per beneficienza. Per l’ultimo periodo di gioco invece viene tolto il cronometro e, fatta la somma totale dei punteggi raccolti nei primi tre quarti, si sommano 24 punti – un omaggio a Kobe Bryant – al conto raccolto dalla miglior squadra. Esempio: se dopo tre quarti la somma totale dei punti segnati è 100-95, vorrà dire che nell’ultima frazione vince chi arriva prima a 124. Senza limitazioni di tempo, solo quelle del punteggio. Un modo diverso per stimolare la competizione, con le squadre che lo scorso anno hanno dato vita a un finale molto interessante.

Come è cambiata la gara del tiro da tre punti?

Lo schema resta sostanzialmente lo stesso per i sei partecipanti, ma oltre ai 25 palloni distribuiti su cinque carrelli lungo il perimetro ne verranno aggiunti altri due da una distanza maggiore che valgono tre punti (a differenza dei palloni semplici da un punto e delle Moneyball da due) che porteranno il conto totale da poter raggiungere a quota 40. Per tentare il tiro anche da quelle due nuove postazioni verranno concessi ben 10 secondi in più per l’esecuzione: 70 secondi al posto di 60, un bel lusso che i tiratori dovranno dimostrare di essere in grado di sfruttare.

I giocatori convocati per la gara delle stelle: Team LeBron vs. Team Durant

approfondimento

All-Star Game, annunciate le stelle della partita

I 12 All-Star di Team LeBron

LeBron James (Capitano e titolare); Giannis Antetokounmpo (titolare), Steph Curry (titolare), Luka Doncic (titolare), Nikola Jokic (titolare); Damian Lillard, Ben Simmons, Chris Paul, Jaylen Brown, Paul George, Domantas Sabonis, Rudy Gobert

 

I 12 All-Star di Team Durant

Kevin Durant (Capitano e titolare, ma infortunato); Kyrie Irving (titolare), Joel Embiid (titolare), Kawhi Leonard (titolare), Bradley Beal (titolare), Jayson Tatum (titolare al posto di Durant); James Harden, Devin Booker (infortunato, sostituito da Mike Conley), Zion Williamson, Zach LaVine, Julius Randle, Nikola Vucevic, Donovan Mitchell

Chi sono i convocati per il Rising Star?

approfondimento

"Rising Stars", i roster della gara che non c’è

Rispetto alla normalità non verrà disputata la partita tra le giovani stelle del primo e del secondo anno, anche se le convocazioni sono comunque state rese note. Eccole:

I giocatori di US Team

LaMelo Ball (Charlotte), Anthony Edwards (Minnesota), Tyrese Haliburton (Sacramento), Tyler Herro (Miami), De’Andre Hunter (Atlanta), Keldon Johnson (San Antonio), Ja Morant (Memphis), Michael Porter Jr. (Denver), Zion Williamson (New Orleans), James Wiseman (Golden State)

 

I giocatori di Team Resto del Mondo

Precius Achiuwa (Miami), Nickeil Alexander-Walker (New Orleans), Deni Avdija (Washington), RJ Barrett (New York), Facundo Campazzo (Denver), Brandon Clarke (Memphis), Luguentz Dort (Oklahoma City), Rui Hachimura (Washington), Theo Maledon (Oklahoma City), Mychal Mulder (Golden State)

Chi sono i giocatori che scenderanno sul parquet nello Skills Challenge?

approfondimento

Schiacciate e tiro da 3: tutti i partecipanti

I 6 giocatori che prenderanno parte allo Skills Challenge:

Luka Doncic (Dallas), Julius Randle (New York), Domantas Sabonis (Indiana), Robert Covington (Portland), Nikola Vucevic (Orlando), Chris Paul (Phoenix)

 

Chi sono i giocatori che scenderanno sul parquet nella gara del tiro da tre?

I 6 giocatori che prenderanno parte alla gara nel tiro da 3 punti:

Steph Curry (Golden State), Mike Conley (Utah, al posto di Devin Booker), Jaylen Brown (Boston), Jayson Tatum (Boston), Zach LaVine (Chicago), Donovan Mitchell (Utah)

 

Chi sono i giocatori che scenderanno sul parquet nella gara delle schiacciate?

I 3 giocatori che prenderanno parte alla gara delle schiacciate:

Obi Toppin (New York), Cassius Stanley (Indiana), Anfernee Simons (Portland)

Il calendario con tutti gli appuntamenti su Sky Sport Uno e Sky Sport NBA

Nella notte tra domenica 7 e lunedì 8 marzo 2021:

  • ore 00.30: Skills Challenge e gara del tiro da tre (telecronaca di Mauro Bevacqua e Matteo Soragna, repliche lunedì 8 alle 12.55, 15.50, 20.40, 23.00)
  • ore 2.00: All-Star Game (telecronaca di Flavio Tranquillo e Davide Pessina, repliche lunedì 8 alle 11.00, 14.00, 18.00, 20.55, 21.30)
  • ore 3.30 circa: gara delle schiacciate (telecronaca di Mauro Bevacqua e Matteo Soragna)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport